The Shiver «A New Horizon» (2010)

The Shiver «A New Horizon» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Rexryu »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
949

 

Band:
The Shiver
[MetalWave] Invia una email a The Shiver [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di The Shiver [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Shiver [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di The Shiver [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di The Shiver

 

Titolo:
A New Horizon

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Faith - Voce e Synth
Finch - Batteria e Samples
Ale Paolucci - Basso
Stefano "Finger" Tocci - Chitarre

 

Genere:

 

Durata:
41' 46"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I The Shiver ci propongono il loro lavoro “A New Horizon” caratterizzato da atmosfere oscure, gothic e dark. Riff cupi e pesanti li troviamo in buona parte delle 12 canzoni che compongono l’album. “In Obscurity” apre bene la tracklist, peccato che proseguendo nella canzone ci avviciniamo piano piano allo stile dei Lacuna Coil e degli Evanescence, stessa cosa che succede anche per la seconda traccia “Crushing Down” (che la band propone sul proprio Myspace in formato “videoclip”). Alla fine rimangono comunque due buone canzoni sia dal punto di vista strumentale che dal punto di vista vocale. La voce di Faith viene spesso accompagnata da un growl, eseguito dalla lei stessa, che si sincronizza perfettamente e cerca di dare un tono alle due songs. “Empty People Empty Words” è molto rock e ritmata. Le atmosfere si fanno leggermente meno cupe. Il ritornello è melodico e forse lo stacco strofa-ritornello risulta un po’ troppo “forte”. Synth troppo martellante alla fine della canzone. “The Fragile Sound” comincia con un’intro di pianoforte molto suggestiva e che subito ci colpisce. Synth continuo nella canzone, ma stavolta si adatta alla perfezione alla canzone. Tra pianoforte e synth questa traccia risulta davvero ben strutturata e composta. “Nothing Left To Waste” comincia troppo alla “Lacuna Coil e rimane un po’ troppo statica. “Through This Cold Water” ha un attacco molto lento caratterizzato da synth, chitarra e voce. La canzone è emotivamente coinvolgente ed esplode, rimanendo sempre molto contenuta, verso il terzo minuto. “Leech And Flower” comincia sempre con il pianoforte e poi una chitarra semi-distorta insieme agli altri strumenti comincia un giro molto particolare, che viene riproposto durante la canzone. Troppa staticità, ma c’è da fare un ottimo appunto sull’assolo che è davvero meritevole. “Answers” comincia con pianoforte subito “stroncato” da un ritmo determinato e spedito che manda su un binario più metal la canzone. Ottimo ritornello. “Feel Tomorrow’s Light” non risulta di grande impatto e rimane poco variata. “Desire” è caratterizzata da un riff di chitarra molto ben costruito che ci accompagna durante la canzone. Ritornello melodico, accompagnato da un giro distorto di chitarra, il pianoforte conclude la traccia in maniera eccellente. “No Longer Here” parte con un arpeggio di chitarra ammaliante e trascinante. La canzone è soft fino al primo minuto, poi cambia e si va un po’ più sul pesante. La traccia termina in modo un po’ “brutale”, in un secondo tutti gli strumenti si fermano, stacco un po’ troppo forte. “Bring Me The Horizon” ultima traccia che conclude l’album, è una canzone molto lenta, quasi tutta strumentale, canzone in cui l’atmosfera non è più cupa: è come se si passasse dall’ombra alla luce, dalla tristezza alla serenità, molto riflessiva, poche note, ma bene arrangiata. L’artwork dell’album sembra il riassunto del cd: le tonalità grigie regnano e un paesaggio desolato, caratterizzato da un fiume che attraversa una città, esprime alla perfezione quello che la band vuole comunicare.

Track by Track
  1. In Obscurity 75
  2. Crashing Down 75
  3. Empty People Empty Words 80
  4. The Fragile Sound 85
  5. Nothing Left To Waste 70
  6. Through This Cold Water 85
  7. Leech And Flower 80
  8. Answers 85
  9. Feel Tomorrow's Light 70
  10. Desire 80
  11. No Longer Here 80
  12. Bring Me To The Horizon 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 95
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Rexryu » pubblicata il --. Articolo letto 949 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.