Noumeno «Trapped» (2010)

Noumeno «Trapped» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Rexryu »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1224

 

Band:
Noumeno
[MetalWave] Invia una email a Noumeno [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Noumeno

 

Titolo:
Trapped

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Emanuele Calvelli - Basso
Emiliano Cantiano - Batteria
Danilo Carrabino - Chitarra
Fabrizio Agabiti - Chitarra

 

Genere:

 

Durata:
38' 4"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Noumeno, band prog metal romana, si cimenta in un’impresa per niente semplice: un album di debutto totalmente strumentale. Innanzitutto, non è semplice riuscire a sfornare un buon prodotto se non si hanno delle capacità tecniche molto elevate, seconda cosa, e direi quella più comune, un cd solo strumentale può annoiare nella maggior parte dei casi. I Noumeno però, ascoltando il loro debut album, la sanno lunga!! La tecnica non manca minimamente in nessuna delle tracce, cambi di tempo, batteria aggressiva, chitarra e basso che si inseguono, riff incazzati e assoli sparati all’ennesima potenza e velocità. Il prog che ci rifilano questi ragazzi è davvero compatto, di impatto e sferrato con grande maestria. Non è assolutamente un cd che annoia e inoltre le tracce non sono nemmeno di durata eccessiva: siamo davanti a un qualcosa tutto da scoprire, traccia dopo traccia, senza esclusione di colpi. Non ci sono momenti che mandano giù la potenza dell’intero disco, ma sembra lanciato tutto sulla stessa carica e adrenalina, l’unica forse che abbassa un po’ i toni è “Without Fear Without Pain”, canzone un po’ troppo simile a vecchi lavori firmati Dream Theater. Canzoni veramente di impatto sono “Jason Becker Tribute”, dedicata all’omonimo chitarrista virtuoso americano (ex Cacophony), affetto da sclerosi laterale amiotrofica, dove i motivi neoclassici non mancano, “Visionary Schizophrenia“ e “Psychotyc Syndrome”, tecnicamente articolate e violente, “A Sense Of Agony” e “Anger In Vein” taglienti come due pugnali imbevuti di veleno!! Ovviamente il cd non è per un pubblico che si sta avvicinando da poco al metal, ma è per coloro che hanno un orecchio allenato a sentire prog tipo Dream Theater, Liquid Tension Experiment e via dicendo. Rimane comunque il fatto che questi ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro. Bravi!!

Track by Track
  1. 24 70
  2. Jason Becker Tribute 80
  3. Panda Song 70
  4. Visionary Schizophrenia 80
  5. Without Fear Without Pain 60
  6. A Sense Of Agony 85
  7. Mind Labyrinth 70
  8. Anger In Vein 80
  9. Psychotic Syndrome 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 95
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Rexryu » pubblicata il --. Articolo letto 1224 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.