I Suffer Incorporated «Diagnostic And Statistical Manual Of Me(n)tal Disorders» (2010)

I Suffer Incorporated «Diagnostic And Statistical Manual Of Me(n)tal Disorders» | MetalWave.it Recensioni Autore:
fabio HC »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
828

 

Band:
I Suffer Incorporated
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di I Suffer Incorporated [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di I Suffer Incorporated [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di I Suffer Incorporated

 

Titolo:
Diagnostic And Statistical Manual Of Me(n)tal Disorders

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alex Sweet Savage:: Vocals, Rythm Guitars, Synth Programming
Faster Percy: Lead Guitars
Franko Steelblade: Bass Guitar
Wild Stuart: Drums

 

Genere:

 

Durata:
24' 2"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Ecco arrivato il momento di parlare degli I Suffer Incorporated.
La formazione romana attiva dal 2004, con alle spalle ben 2 full length, rituona con questo nuovo progetto targato 2010.
A parte il nome un po' lungo, il lavoro si presenta come un melodic metalcore impregnato di emocore; i suddetti ragazzi rimarcano infatti il suono ben collaudato dei non più emergenti Bullet For My Valentine e Shadows Falls.
L'Ep, composto da cinque tracce, suona abbastanza facilmente sullo stereo, non sconvolgendo mai però l'ascoltatore. Nonostante ciò, molti passaggi sono interessanti, soprattutto i pochi soli o comunque le parti chitarristiche più melodiche.
La voce è forse l'elemento del gruppo più versatile, in quanto passa da parti pulite a parti growl, attraversando anche tirate in scream molto carine.
La batteria è molto discontinua, ma anche veloce, e naturalmente (dato il genere) non disdegna sicuramente la doppia cassa. Però non stupisce certo per le vere parti hardcore che dovrebbe effettuare.
Niente da dire sulla registrazione, che è alquanto pulita tranne che sui suoni bassi.

Che altro dire di questi ragazzi? Be' certamente che sono un gruppo più evoluto oramai, il quale vanta una già cospicua discografia nel porta cd.
Sinceramente non posso però dire di averli apprezzati, perchè non mando giù il grosso nocciolo che rappresenta il loro genere proposto.
Ma i fans dei gruppi citati in apertura li aprezzeranno certamente, soprattutto perchè rimarcano molto il loro suono, e credo anche (per quanto possano piacere a me) che suonino abbastanza bene, parlando più che altro tecnicamente. Buon ascolto allora al popolo emo-metalcore.

Track by Track
  1. Blasting Rodeo Drive 65
  2. Don't Wanna Be Like Johnny 60
  3. Pocket Doll 60
  4. Doctor Doctor (cover UFO) 60
  5. The Male Supremacy (or How to Subjugate A Woman In Ten Easy Steps) 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
62

 

Recensione di fabio HC » pubblicata il --. Articolo letto 828 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.