Empty Tremor «Iridium» (2010)

Empty Tremor «Iridium» | MetalWave.it Recensioni Autore:
fabio HC »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1248

 

Band:
Empty Tremor
[MetalWave] Invia una email a Empty Tremor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Empty Tremor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Empty Tremor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Empty Tremor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Empty Tremor

 

Titolo:
Iridium

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giovanni De Luigi:: Voce
Marco Scott Gilardi:: Tastiere E Cori
Marco Guerrini:: Chitarre
Christian Tombetti:: Chitarre
Dennis Randi:: Basso
Dario Ciccioni:: Batteria

 

Genere:

 

Durata:
1h 3' 43"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Da quel di Ravenna gli Empty Tremor danno alla luce Iridium, quarto disco della loro fortunata carriera musicale.
Dopo il precedente "The Alien Inside" gli emiliani si fanno risentire a distanza di ben sei anni, un'attesa che porta però il rinnovo del cantante Giovanni de Luigi.
L'album si compone di nove tracce di stampo progressive metal molto incisivo. L'apertura è affidata al brano migliore del lavoro, "Breaking the Mirror", la quale presenta inserti a tastiera molto convincenti e tecnici.
La voce di Giovanni, bella e melodica al punto giusto, accompagna brani come "Friends In Progression" ed "Everyday", pezzi molto trascendentali e quasi romantici.
La registrazione è pulitissima, come le chitarre che non appaiono in secondo piano rispetto al resto ed ai cori. Dietro alle pelli Dario fa sentire la sua carica, ma senza eccedere in velocità, la quale sarebbe stata di gradimento dato che tanti brani sono abbastanza statici.

Ma questo non deve assolutamente apparire come una nota di demerito per i Nostri, perchè sanno certamente come si suona questo genere un po' ostico per alcuni, e ce ne hanno dato prova con i precedenti tre full length.
Non dimentichiamo poi che con i nostrani Vision Divine gli Empty Tremor hanno supportato i più conosciuti Dream Theater.
Auguro alla band una crescita stilistica e di fama ancora maggiore di quella attuale, dato che se lo meritano incondizionatamente dal genere proposto.

Track by Track
  1. Breaking the Mirror 85
  2. Run 75
  3. Warm Embrace 75
  4. Autumn Leaves 80
  5. Friends In Progression 70
  6. Unconditional Love 65
  7. Everyday 70
  8. The Last Day On Earth 75
  9. Iridium 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
77

 

Recensione di fabio HC » pubblicata il --. Articolo letto 1248 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.