Teodasia «Crossing The Light» (2010)

Teodasia «Crossing The Light» | MetalWave.it Recensioni Autore:
moro mou »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1338

 

Band:
Teodasia
[MetalWave] Invia una email a Teodasia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Teodasia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Teodasia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Teodasia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Teodasia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Teodasia

 

Titolo:
Crossing The Light

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Francesca Prevedello :: Voce Michele Munari :: Tastiere Nicola Falsone :: Basso
Fabio Compagno :: Chitarra Francesco Gozzo :: Batteria

 

Genere:

 

Durata:
17' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Teodasia sono un gruppo melodic metal di Cazzago (Ve) e, come tale,
la sua formazione aderisce e rispetta le classiche regole di genere: voce femminile,
chitarra, basso, batteria e naturalmente tastiere.
Complessivamente, niente di nuovo sotto al sole. Anzi, le
sonorità sono piuttosto aderenti a gruppi come Nightwish in primis, Within Temptation e chi più ne ha più ne metta. Tornano immancabili le cavalcate di chitarra e batteria, i vocalizzi melodici della cantante, i cambi di ritmo, i cori in sottofondo, i tipici arrangiamenti, gli assoli di chitarra e di tastiera per dare enfasi in certi studiati passaggi.
Il primo lavoro a cui sono approdati i Teodasia, l' EP "Crossing the light", si apre con l'intro ("Crossing" nello specifico) dal sapore
molto ambient. Anzi, direi che potrebbe benissimo essere usato come colonna sonora di film o videogiochi di genere fantasy.
Seguono "Loosing my breath" in stile direi nightwishiano, "Magic Mirror" con un' interessante nota di apertura a suon di clavicembalo e le sue divagazioni epic/power metal.
La successiva "Through the Light" ha tutte le carte in regola per diventare
il cavallo di battaglia alla conquista del pubblico più ampio per la sua orecchiabilità; tanto è vero che è già stato sfornato il relativo videclip. Infine "King's Land" e "King's Land part 2" (bonus track), alle quali possiamo associare un "come sopra"
per la mini cavalcata finale e la chiusura a suon di tastiere e sonorità ambient.
L' EP è supportato da una buona produzione e la cantante Francesca Prevedello (non credo si tratti di una soprano perchè mancano i classici gorgheggi) è talentuosa quanto basta da
inserirsi benissimo nel sound di genere e nei suoi voli melodici.
I Teodasia fanno musica con sincerità, consapevoli e fedeli alla linea, niente da eccepire su questo. Non delude neanche la tecnica strumentale, solo ritengo che per essere apprezzati ancora di più debbano sviluppare una vena davvero
originale, così da non lasciare in bocca, a fine ascolto, il sapore così netto
di "già sentito".
Per il resto, il pubblico amante dei gruppi sopracitati certamente non verrà deluso,
anzi, sarebbe interessante avere come nuovo ammirevole punto di riferimento un gruppo melodic italiano, a patto che questo dimostri la sua capacità di innovazione e di
traino rispetto invece al ruolo che finora appare purtroppo subordinato.

Track by Track
  1. Crossing 70
  2. Loosing My Breath 65
  3. Magic Mirror 70
  4. King's Land 65
  5. King's Land part 2 (bonus track) 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
68

 

Recensione di moro mou » pubblicata il --. Articolo letto 1338 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.