H-George «Slave Of Society» (2010)

H-george «Slave Of Society» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
934

 

Band:
H-George
[MetalWave] Invia una email a H-George [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di H-George [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di H-George [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di H-George

 

Titolo:
Slave Of Society

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Max :: Vocals
H-George :: Guitars + Vocals
Davide Carnisio :: Bass + Vocals
Carlos :: Drums

 

Genere:

 

Durata:
47' 38"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Mi chiedevo infatti che fine avessero fatto gli “H-George”. Compaiono inaspettatamente tra gli altri album da recensire come volessero dire “Ehi! Pensavi di esserti liberato di noi? Guarda che non è facile eh! Forza accendi 'sto stereo e senti che cosa abbiamo in programma per te!”.
E io, giustamente, ho tirato fuori il disco e l'ho messo nello stereo e ho premuto play consapevole del fatto che l'oretta scarsa che avrei passato in loro compagnia (esclusivamente musicale purtroppo!) mi sarei estremamente divertito grazie al loro conosciuto Alcoholic Thrash Metal ed ai loro testi crudi, accesi e con i quali avrei potuto ancora una volta riflettere sulla società.
La missione degli “H-George” continua quindi! Ebbene ragazzi, eravamo rimasti a “Neurotic”, piccolo assaggio di questo poderoso progetto del chitarrista/compositore H-George.

Ora la band è al completo: ha un vocalist d'eccezione! Con una voce d'eccezione e con un dannato carisma d'eccezione! È tutto al suo posto sia musicalmente che liricamente e le canzoni stavolta sono molte, tredici per l'esattezza, ognuna delle quali prende in esame un contenuto sociale in modo semplice, comprensibile da tutti (anche i meno ferrati in inglese!) ma dotato di una forza totale che spazza via ogni dubbio e che fa venire veramente la rabbia su tanti problemi del nostro mondo attuale.

Ma, politica a parte, l'evoluzione musicale dei nostri è avvenuta in modo costante e oserei dire addirittura esponenziale. Iniziando col dire che il qui presente album è stato mixato da un certo signor Jeff Waters (Annihilator) e proseguendo con l'affermare che qualitativamente è perfetto posso senz'altro consacrare gli H-George come band (Alcoholic) Thrash Metal col marchio “serietà”. Perchè sono seri, dannazione!
La prova “Neurotic” era stata superata molto bene per cui mi aspettavo un disco esattamente come questo!

Le chitarre di H-George non smettono mai, non c'è un secondo di pausa, non c'è fiato da prendere; è tutto così, di corsa, preciso e grandioso e il basso non è mica da meno! Corre sotto gli eccellenti riff di chitarra con duro lavoro e massimo impegno, così come la mitragliatrice umana di Carlos, già ammirato da sottoscritto nello scorso episodio discografico.
Io vi consiglio caldamente di procurarvi “Slave Of Society”. Sa di tutto quel Thrash che noi tutti abbiamo sempre amato ma codesto possiede un suono moderno nonostante dei rimandi musicali evidenti alla scena del passato, ma in fondo cosa ce ne frega? E' bello. E' semplice! E' bello perchè è semplice, punto.

Track by Track
  1. Run Or You're Dead 70
  2. XTC 80
  3. Terrorism 75
  4. Dirty Money 75
  5. Euthanasia 75
  6. (In) Sanity's Homicide 70
  7. Death Penalty 65
  8. Earthquake 70
  9. Globalization 70
  10. Neurotic 70
  11. Slave Of Society 80
  12. Kill Your Son 70
  13. Hate 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 95
Giudizio Finale
75

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 934 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.