Deshody «Hayball» (2009)

Deshody «Hayball» | MetalWave.it Recensioni Autore:
lacrima »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1078

 

Band:
Deshody
[MetalWave] Invia una email a Deshody [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Deshody

 

Titolo:
Hayball

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Vocals & Acoustic Bass :: Met
Guitar :: Dave
Guitar :: Jon
Bass :: Ray
Drums & Backing Vocals :: H

 

Genere:

 

Durata:
27' 28"

 

Formato:
Promo CD

 

Data di Uscita:
2009

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Deshody si presentano sul mio ormai celeberrimo lettore cd con l’ ”etichetta” di band thrashcore, ma l’idea che danno non è proprio quella e forse è meglio così. Ma partiamo dall’inizio : i Deshody nascono nell’Aprile del 2008 e loro stessi affermano che a spingerli verso questo genere sia stata una passione diffusa fra i membri del gruppo verso il Thrash Metal e l’Hardcore, ma che i due chitarristi del gruppo (arrivati per ultimi) provengono entrambi da progetti progressive. A - ha! Forse è spiegato l’arcano allora, dei loro suoni così “ etnici “ spinti verso l’oriente.
Già, perché questa Demo datata 2009, ho l’impressione che si voglia spingere più in là del solito sound thrashcore : infatti tra canzoni fedelmente attaccate a quello stile , come “Tru Hate”, “Hayball” e “You Damned Fool”, troviamo 2 gioiellini uno proveniente dall’estremo oriente e uno dal medio; sono l’ intro (“Screaming Soul”) che ti spiazza e ti sconvolge in positivo, essendo la prima traccia del disco, e la traccia 5 (“My Season V –One Body One Soul-) che richiama tantissimo le Mille e una notte e i panorami della penisola araba.

La tecnica dei musicisti si sente eccome . I chitarristi si muovono sicuri inventando, arpeggiando, essendo dolci quando serve e decisi al momento giusto; ode al batterista che è anche il fautore dei backing vocals (fatica doppia!!!) e non sbaglia un colpo né sulla batteria, né con la voce. Mi dispiace invece affermare che la voce forse un po’ troppo stridula del cantante non mi ha convinto molto, forse perché non sempre ,secondo il mio parere, era perfettamente concorde con l’esigenza dei suoni di alcune tracce.

Comunque una bella proposta di sound, un ottimo promo, ben suonato e che profuma di nuovo, un ottimo traguardo per una prima release.

Track by Track
  1. Screaming Souls 80
  2. True Hate 65
  3. A Sign Of Violence 75
  4. Hayball 70
  5. My Season V (One Body One Soul) 80
  6. Life? 75
  7. You Damned Fool !!! 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
74

 

Recensione di lacrima » pubblicata il --. Articolo letto 1078 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.