Glacial Fear «Equilibrium Pt.1» (2010)

Glacial Fear «Equilibrium Pt.1» | MetalWave.it Recensioni Autore:
eyrikyer »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1595

 

Band:
Glacial Fear
[MetalWave] Invia una email a Glacial Fear [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Glacial Fear [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Glacial Fear [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Glacial Fear [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Glacial Fear [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Glacial Fear

 

Titolo:
Equilibrium Pt.1

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Gianluca Molè - Guitars/samples
Giuseppe Pascale - Vox/keys
Tat0 - Bass
Enzo Rotondaro - Drums

 

Genere:

 

Durata:
16' 29"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Glacial Fear non sono dei novellini.
Ebbene no. Seppur molti di voi potrebbero pensare che un gruppo di ventenni si nasconda dietro il muro sonoro della band, non è così.
Ad essere quasi venti invece sono gli anni di attività dei nostri, nati nell'ormai lontano 1992 in quel di Catanzaro, per volere di Andrea Rizzuto (voce, basso), Gianluca Molè (chitarra)e Danilo Citriniti (batteria). E dopo quasi 4 lustri e con ormai Gianluca unico membro originario rimasto in formazione, mi trovo - seppur non letteralmente - fra le mani questo "Equilibrium Pt.1" che, non so per quale esatta ragione, mi aspettavo essere un disco Death Metal, ma mi sbagliavo.
Infatti, in questo "atto primo dell'Equilibrio", è il "core" a fare da padrone, e per fortuna non quello noioso e standardizzato del 99% delle band metalcore, ma quello che nasce e si sviluppa da un'idea di groove travolgente, massiccia ed "in your face". Le 4 tracce si sviluppano tutte proprio su questo concetto, con un tiro violento e senza compromessi che non lascia molto spazio alla melodia, se non nell'uso sporadico delle clean vocals ("Control"). La vera e propria perla si rivela però essere la cover di "New Noise" dei Refused, degna chiusura di un Ep breve ma intenso.
Perchè sì: inutile dilungarsi in tempi dispari, assoli su scale spaventose ed arrangiamenti accademici quando si possiede un buon senso del groove. E i Glacial Fear lo posseggono.

Track by Track
  1. The Black Mountains 70
  2. Technicolor Society 70
  3. Control 75
  4. New Noise 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
73

 

Recensione di eyrikyer » pubblicata il --. Articolo letto 1595 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.