Perpetual Fire «Invisible» (2009)

Perpetual Fire ĢInvisibleģ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Erebo »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
867

 

Band:
Perpetual Fire
[MetalWave] Invia una email a Perpetual Fire [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Perpetual Fire [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Perpetual Fire [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Perpetual Fire

 

Titolo:
Invisible

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Roby Becalli : Voce
Steve Volta : Chitarra
Mark Zampetti : Basso
Cisco : Batteria

 

Genere:

 

Durata:
1h 6' 5"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2009

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Bella prova, per i Perpetual Fire, questo "Invisible" di stampo prettamente classico, dove si trovano arricchimenti stlistici qua e là di heavy, power, prog ed hard rock.
Portano alta la bandiera italiana questo quartetto, che ha già finalizzato un album nel 2007 "Endless World", che non ho avuto l'occasione di ascoltare.
Inoltre distribuiscono dal loro sito completamente gratuito il loro ultimo disco, scelta molto coraggiosa.
Curiosando su internet ho scoperto che il virtuoso chitarrista Steve, fa anche parte del gruppo di Pino Scotto, quindi non sono certo dei novellini e si sente.
Cominciamo col dire che con 16 tracce mi sono già simpatici, è un pò uno spreco fare un cd che può contenerne all' incirca 20 e inciderne solo 5 o 6, insomma fa piacere tutta questa creatività(finita la digressione personale). Il disco non annoia per niente e si susseguono pedalate di riff veloci e ballate melodiche molto orecchiabili. Il sound è potente, preciso e le chitarre sono in primo piano su tutto, senza nulla togliere agli altri strumenti.
Mi rimangono un po' indigesta alcune parti di voce, che facendo ascolti diversi su supporti diversi, si fanno notare alcune pecche di intonazione come pure il timbro poco colorato delle note più basse.
A parte questo la prestazione di Roby è al sopra delle aspettative del sottoscritto, con degli acuti paurosi.
Ben fatto e non lasciatevi scappare questo disco che merita un ascolto almeno anche da chi non è appassionato, tanto è gratis...

Track by Track
  1. Invisible 70
  2. Kissing shadow 75
  3. April’s blood 70
  4. Walking on your fire 75
  5. In the cage 65
  6. Lost forever 70
  7. Winter’s night 75
  8. Velvet rope 65
  9. Eternity 75
  10. My ship is burning 60
  11. Secrets 75
  12. Time machine 75
  13. Who we are 65
  14. Say goodbye 60
  15. Cold rain 70
  16. Alien 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Erebo » pubblicata il --. Articolo letto 867 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.