Nerve «Hate Parade» (2010)

Nerve «Hate Parade» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Crash »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1069

 

Band:
Nerve
[MetalWave] Invia una email a Nerve [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nerve [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nerve [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Nerve [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Nerve

 

Titolo:
Hate Parade

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Fabio - Vocals
Ermal - Guitars
Jacopo - Bass
Massi - Drums

 

Genere:

 

Durata:
45' 30"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Una vera potenza questo secondo album dei genovesi Nerve, uscito per la Nadir (l'etichetta di Trevor dei Sadist, per capirci) e prodotto da Tommy Talamanca, membro sempre dei Sadist. Il sound dei liguri è una sorta di moderno Deathcore carico di elementi groove e decisamente aggressivo, come si può evincere già dalle prime battute. Non si scherza neppure dal punto di vista della tecnica, dal momento che il Deathcore dei nostri si alterna continuamente tra scariche violentissime e passaggi piuttosto elaborati tra chitarre e basso, come si può eloquentemente sentire nella title track, o nella massacrante 'My Inferno', per citarne qualcuna. I pezzi sono un continuo alternarsi tra acellerazioni e breakdown, con una certa componente groove e a volte melodica, come testimonia 'Shelter' o la tellurica 'Black Fades'. Questo album farà parlare molto, perchè si presenta con sonorità molto fresche e totalmente prive delle solite ruffianate da *core frangettato, qui le influenze sono quelle buone, dagli Strapping Young Lad ('Fake Deaf') a Lamb Of God passando per i Devildriver ('I Am My Own God'). Roba seria, insomma. 'Hate Parade' piacerà moltissimo ai fan del moderno metal estremo, ma è difficile che non sia apprezzato anche da altra gente: dopotutto la classe non è acqua. Raccomandiamo calorosamente un ascolto.

Track by Track
  1. The Threat 70
  2. Mescaline 70
  3. Shelter 65
  4. My Inferno 75
  5. Black Fades 80
  6. Fake Deaf 65
  7. Hate Parade 80
  8. I Am My Own God 70
  9. Nil 75
  10. How To Fix A Broken Heart 70
  11. Generation Lost 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Crash » pubblicata il --. Articolo letto 1069 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.