Endovein «Lynched By Fate» (2009)

Endovein «Lynched By Fate» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Barbaro »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
971

 

Band:
Endovein
[MetalWave] Invia una email a Endovein [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Endovein [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Endovein [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Endovein

 

Titolo:
Lynched By Fate

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Vince' (mr. B.) - Lead Guitar
Mirko (il Molesto) - Bass
Paulus (c'è Tardi) - Lead Guitar
Ste' (divano) - Vocals

 

Genere:

 

Durata:
20' 8"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2009

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Endovein sono un gruppo che deve avere la Delorean al posto del tourbus. Sembrano arrivare direttamente dagli eighties con tutto, ma proprio tutto il bagaglio dell’epoca, compresi gli abiti di scena ovviamente…Battute a parte il disco è una goduria, fatto bene, prodotto meglio e suonato thrash. Detto questo la recensione sarebbe già sufficiente. Non capisco che senso abbia infatti continuare ad analizzare i quattro pezzi del demo. A che serve continuare a scrivere quando in due righe ho detto tutto? Ma un paio di cose, giusto per indirizzare meglio le voglio dire. I pezzi sono granitici Lynched By Fate parte senza intro, e finisce senza outro. Thrash appunto, senza fronzoli, ma melodico al punto giusto senza diventare stucchevole. Enemy of the Brain è un pezzo altrettanto potente i ragazzi sono forti e l’assolo è spettacolare, la parte ritmica è perfetta e grezza e la voce acida. Kickinthebutt è veramente un calcio nel culo. Ha un attacco velocissimo e continui cambi di tempo con una egregia prestazione della sezione ritmica. La traccia conclusiva la ritengo un po’ sottotono rispetto alle altre, ma ha comunque un suo valore, se non altro si conclude con una spettacolare ghost track che vale tutto il disco: realtà rubate dallo studio montate con maestria, non per orecchie caste in realtà. La cover anch’essa fa molto anni ottanta, se messa in un espositore tra vecchi gioielli del thrash secondo me difficilmente verrebbe notata. In conclusione il thrash degli Endovein ha un buon sapore di Bay Area ma con un retrogusto più tecnico e, come dicevo prima, anche più melodico. Non ci vedo male un accostamento ai Megadeth se non altro per la copertina che me li ricorda tremendamente, ma anche per la voce. Gli Endovein hanno anni interi di concerti schedulati in giro per l’Italia, in attesa del full lenght, consiglio vivamente di vedere un loro spettacolo ma attenzione a non esagerare con la birra, se sbagliate macchina ed entrate nella loro potreste vedervi catapultati ai bei tempi in cui Mustaine insultava ancora i Metallica!

Track by Track
  1. Lynched by Fate 80
  2. Enemy of the Brain 80
  3. Kickinthebutt 80
  4. Endovein Are Adrenaline... for Your Fuckin' Summer 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Barbaro » pubblicata il --. Articolo letto 971 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.