Coram Lethe «...a Splendid Chaos» (2009)

Coram Lethe «...a Splendid Chaos» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Clode »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1210

 

Band:
Coram Lethe
[MetalWave] Invia una email a Coram Lethe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Coram Lethe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Coram Lethe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Coram Lethe

 

Titolo:
...a Splendid Chaos

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Erica P. : Vocals
Leonardo F. : Guitars
Francesco M. : Drums
Filippo O. : Guitar
Federico S. : Bass

 

Genere:

 

Durata:
50' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2009

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Coram Lethe sono una band formatasi nel 1999 ed ormai riconosciuta tra le realtà di un certo livello del panorama italiano, nel 2007 il gruppo decide di cambiare frontman e la scelta ricade sulla carismatica Erica che negli anni a venire si rivelerà la scelta giusta per la band toscana.
Ma parliamo della musica del gruppo, un connubio tra Death metal tecnico di stampo americano ed alcuni richiami di Swedish metal di vecchia scuola.
A Splendid Chaos risulta subito al primo ascolto un album complesso con diversi cambi di tempo per ogni pezzo e ritornelli sempre azzeccati, tanto che alcuni ti si piantano nel cervello così da ritrovarsi a cantarli dopo poco.
Si parte con l’intro …Splendid Chaos che ha proprio il sapore delle cose buone di una volta, quelle targate 1990-1995, quando ancora certi suoni non si erano ancora troppo fusi con la modernità che sarebbe arrivata da li al decennio successivo.
Parte il primo pezzo…e non puo’ non saltare alla mente il richiamo di un’altra grande band che ha fatto del death melodico, unito ad una gran dose di tecnica e dal carisma di una cantante dalla voce decisamente rabbiosa, la fortuna di un genere: parlo degli Arch Enemy, dai quali i nostri Coram Lethe prendono sia l’idea per qualche passaggio ben riuscito sia l’ugola della bionda singer che per fortuna è sufficientemente diversa e riconoscibile dalla Gossow essendo piu’ “acida” ma non meno versatile.
Fanno paura la cattiveria e l’efferatezza di alcuni riff di The Gift of Providence ed il ritornello della successiva The Mystic Pentagram mentre Half Identity suona molto Thrashy ed ha al suo interno le tipiche parti cadenzate che, sicuramente, dal vivo faranno muovere molte teste.
Ancient Reflections è un’altra perla del cd che mi ricorda molto le composizioni strumentali degli In Flames dei primi dischi ma che, in questo caso, viene impreziosita da un’inusuale utilizzo del tamburello.
Dopo la pausa di riflessione strumentale è l’ora di ritornare a picchiare con Circles and Crosses che si divide tra un andazzo marcatamente Arch Enemy e stacchi di matrice Nu Metal.
Ci avviamo verso la fine del cd con canzoni dalla lunghezza media leggermente piu’ elevata, infatti Passione della Carne, pezzo che pur avendo il titolo in italiano è cantato in inglese, ha della lunghe ed intricate parti strumentali che fanno pensare quasi ad una suite.
Per concludere posso dirvi che questo Full Lenght è ottimamente prodotto ed eccellentemente suonato e fara’ la gioia di tutti gli appassionati del genere, i Coram Lethe portano veramente in alto il vessillo del Death metal tricolore, segno che la crisi di idee che in questi anni si sta facendo sentire un po in tutti i campi non tocca questi 5 ragazzi di Siena.

Track by Track
  1. Splendid Chaos 70
  2. Condamned to Darkness 80
  3. The Gift of Providence 80
  4. Mystical Pentagram 80
  5. Half Identity 80
  6. Ancient Reflection 75
  7. Circles and Crosses 80
  8. Passione della Carne 85
  9. XI Comandment 80
  10. Textures of Delight 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Clode » pubblicata il --. Articolo letto 1210 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.