Malencolie «Human Ch.1» (2004)

Malencolie «Human Ch.1» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Jo3P3Rry »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1824

 

Band:
Malencolie
[MetalWave] Invia una email a Malencolie [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Malencolie [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Malencolie

 

Titolo:
Human Ch.1

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Jammo - Guitar
Eros - Bass
Mattia - Drum
Eden - Guitar

 

Genere:

 

Durata:
30' 31"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2004

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Malencolie nascono come gruppo gothic. Nel 2002 producono Unnatural Silence e dopo 2 anni passati attraverso ottime esperienze live purtroppo quasi tutte limitate nei dintorni di Perugia, purtroppo mai al di fuori dall'Umbria, ma aprendo comunque gruppi come Necrodeath.
Prima di scrivere questa recensione noto come da settembre il cantante Geppo non faccia più parte della band. Non si conosce nessun particolare sulla separazione, ma auguri a Geppo e ai Malencolie. La band d'ora in poi dovrebbe avere alla voce Federico dei Nepenthe.
No Cure For My Pains è il pezzo d'apertura del disco e funziona veramente bene. Fin dall'inizio si notano influenze tipo Sentenced. Bellissimo il testo nel ritornello (I've got no time in my life to think about; There's no cure for the time; too many days I lost for this they bring me down; There's no cure to save my pains). La malinconica Your Last Night ha dei passaggi di chitarra molto ben costruiti.
Le liriche di Shivers Down My Spine (I’m kissing her cold lips; She’s; whispering in my hears; She’s my lovely darling; We’re lost in love) inizialmente mi avevano dato l'impressione che mi sarei trovato di fronte al lentone del disco, quando invece Shivers Down My Spine è il pezzo più aggressivo. Veramente eccezionale.
Il primo lento del disco arriva invece alla quarta traccia con Faded, ballata dalle tinte molto gotiche e cupe ben riuscita. Anche qui notevole l'assolo di chitarra.
I'm Falling è un pezzo composto unicamente da chitarre, tastiera e voce. Sicuramente di buon livello anche se pesce fuor d'acqua dalle altre canzoni.
Face The End è un ottima chiusura di disco. E' il pezzo dove si nota di più la voce di Geppo e forse è il pezzo più lavorato dei Malencolie.
Una ottima chiusura di disco, bravi.

Track by Track
  1. No cure for my pain 80
  2. Your Last night 70
  3. Shivers Down my Spine 80
  4. Faded 65
  5. I'm Falling 65
  6. Face the end 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Jo3P3Rry » pubblicata il --. Articolo letto 1824 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.