Nameless Crime «Law and Persecution» (2006)

Nameless Crime «Law And Persecution» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Ernando »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1058

 

Band:
Nameless Crime
[MetalWave] Invia una email a Nameless Crime [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nameless Crime [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Nameless Crime

 

Titolo:
Law and Persecution

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Fabio Manda - Vocals
Marco Ruggiero - Guitars
Maddalea Bellini - Guitars
Raffaele Lanzuise - Bass
Peppe Iovine - Drums

 

Genere:

 

Durata:
54' 38"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2006

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Questo Law and Persecution dei Nameless Crime, gruppo di provenienza napoletana, è stato registrato tra il 2005 ed il 2006, a causa di location differenti in cui è stato, appunto, inciso il materiale presente nel platter, usando differenti studio di registrazione, in modo tale da avere una produzione all'altezza degli standard odierni. La casa discografica con cui è uscito il suddetto alla fine del 2006 è la Powerzone Records, senza, però, raccogliere, ingiustamente, la meritata attenzione dei media del settore. Sia bene inteso, non è che sia passato del tutto inosservato, ma non ha manco raccolto la logica ricompensa, in termini di popolarità, che avrebbe meritato. Quindi, ci troviamo davanti ad un album di U.S. Metal, in cui una leggera vena thrash, di matrice ottantiana made in bay-area, si mescia alla perfezione al sound che ha fatto, in passato, la fortuna dei Metal Church, degli Helstar e dei Vicious Rumors. Energia, pathos e assoli ricchi di melodia metallica incanteranno gli amanti del genere, donando loro un platter che da tempo si aspetta, invano, dai mostri sacri del genere. In tutto l'album, tra l'altro, si trova un'eterogeneità figlia di una certa padronanza con i propri strumenti e con la musica proposta da parte degli elementi facenti parte la band: mai ripetitivi o stucchevoli, alternano parti più telluriche ad altre melodiche e, a volte, arpeggiate; quindi, ogni nuovo ascolto, è prodigo di nuove sfaccettature da assaporare, con il conseguente risultato di non essere mai tediosi: da supportare!

Track by Track
  1. Mr. Stone 76
  2. Octous Eye 78
  3. Wish to Fly Away 77
  4. Communication Crimes 75
  5. French Kiss 76
  6. Before the Storm 74
  7. Law and Persecution 76
  8. Backdraft 75
  9. Sons of Liberty 78
  10. Roadside Bison 76
  11. Vesuvius Lxxix A.D 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 78
  • Qualità Artwork: 62
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 83
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Ernando » pubblicata il --. Articolo letto 1058 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.