Sudden Death «Devoured inside» (2001)

Sudden Death «Devoured Inside» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Heresy »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
2500

 

Band:
Sudden Death
[MetalWave] Invia una email a Sudden Death [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sudden Death [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sudden Death

 

Titolo:
Devoured inside

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Marco - voce
Luigi - chitarra
Lorenzo - chitarra
Umberto - basso
Andrea - batteria

 

Genere:

 

Durata:
23' 0"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2001

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Brutal death metal alla vecchia maniera statunitense, ispirato a gruppi come Cryptopsy e Suffocation come i nostri dichiarano nella bio, è la proposta dei romani Sudden Death. Il cd in questione è il primo full-length del gruppo (nonostante la durata di poco più di 20 minuti...), registrato nell'ormai lontano 2001. Il cd in mio possesso è privo dell'indicazione dei contatti della band e dei testi, quindi non so dire nulla sui contenuti di questi ultimi. Artwork spiccatamente gore-splatter come richiesto dai canoni del genere. Fin dall'attacco della prima traccia si è assaliti da un impeto di violenza che non si arresta per tutta la durata dell'album. Riff pesantissimi, assoli veloci e tirati à la Slayer (anche se non ne mancano altri più melodici) e growling cavernoso, tutto come da copione, anche se le vocals stesse spesso risultano troppo "monocorde". Il cd scorre bene fino alla fine, anche in virtù della breve durata dei pezzi, supportato da una produzione buona ma in alcuni tratti pastosa e dalla buona tecnica individuale dei membri del gruppo. Purtroppo la masterizzazione non è impeccabile e a volte il cd nel lettore "salta".
Dal sito apprendo che attualmente i Sudden Death hanno completato la registrazione del loro ultimo cd.
Che altro dire? "Devoured inside" è un discreto lavoro d'esordio, che dimostra come anche in Italia esistano belle realtà in campo brutal; consigliatissimo ai fan del sottogenere più marcio e malato del metal, da evitare per gli altri.

Track by Track
  1. Jesus 666 70
  2. Blood bath 65
  3. The charge of the light brigate 70
  4. God damn 75
  5. Devil 75
  6. Death like symphony 65
  7. Sudden death 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Heresy » pubblicata il --. Articolo letto 2500 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.