Inside «Impaled By Your Soul» (2007)

Inside «Impaled By Your Soul» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1295

 

Band:
Inside
[MetalWave] Invia una email a Inside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Inside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Inside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Inside

 

Titolo:
Impaled By Your Soul

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Ago :: Vocals and Guitars
Bruno :: Keyboards and Orchestrations
Andrea :: Fretless Bass
Vito :: Drums

 

Genere:

 

Durata:
37' 40"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2007

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il genere del Progressive Death è sempre di difficile concepimento per la tua tecnica musicale e compositiva e spesso si rischia di voler fare il passo più lungo della gamba. Gli Inside invece arrivano con un ottimo full-lenght ben confezionato sotto tutti i punti di vista e propongono un genere non di facile digestione ma assolutamente affascinante e ben suonato. La tecnica sembra proprio non mancare alla band che letteralmente non si ferma un attimo suonando delle bellissime canzoni assolutamente non banali e strutturalmente concepite in modo impeccabile. I riff e il drumming sono il punto forte della band così come l’orchestrazione che offre delle atmosfere suggestive e non ingombranti.
Assoli a go go e ritmi dispari disposti sulla maggior parte della track list compongono un bell’album secondo me che metterebbe alla prova molti altri gruppi dello stesso genere, anche tra i più forti.
Le influenze dei Dream Theater e dei Symphony X si percepiscono abbastanza, soprattutto per quanto riguarda i riff e gli assoli di synth sparsi qua e là; tutto ciò credo proprio faccia onore agli Inside in quanto proporre qualcosa di questa portata rappresenta sì, un azzardo, ma perlomeno fatto con classe e dedizione, cosa che purtroppo manca a molte band rendendole addirittura patetiche e sognatrici.
Ma gli Inside si riescono a tirare fuori da questa banalità e per la serie “la classe non è acqua” giungono alle orecchie dell’ascoltatore come una bellissima sinfonia ordinata e assolutamente senza eguali, perlomeno in questi ultimi tempi di magra. Ottimo Lavoro!

Track by Track
  1. Scriptorium 65
  2. Impaled By Your Soul 80
  3. Point Of No Return 85
  4. At The Gates 79
  5. A Grace From Degrease 85
  6. Now Or Never 90
  7. Out 85
  8. In Silence 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 89
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 1295 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.