Draugr «Nocturnal pagan supremacy» (2006)

Draugr «Nocturnal Pagan Supremacy» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Heresy »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1047

 

Band:
Draugr
[MetalWave] Invia una email a Draugr [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Draugr [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Draugr [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Draugr

 

Titolo:
Nocturnal pagan supremacy

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Svafnir - voce
Triumphator - chitarra
Stolas - basso e tastiere
Jonny - batteria

 

Genere:

 

Durata:
46' 0"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2006

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Dalla terra d'Abruzzo i Draugr sono una band che si è formata nel 2002, e costituita da membri di Sturmkaiser e Dictatoreyes. Dopo un paio di demo, a inizio 2006 hanno pubblicato questo album di debutto, "Nocturnal pagan supremacy", uscito per la tedesca Christhunt Productions. Il genere proposto è un black/thrash che unisce molte influenze folk, e la cosa riesce piuttosto bene visto che non si va a plagiare nessun nome storico di questi generi, anche se comunque le influenze sono i classici nomi del black metal scandinavo. Spesso i quattro vanno verso territori più sinfonici, e in questo li aiuta la produzione, che è buona per un disco black metal, e permette sempre di distinguere tutti gli strumenti. L'artwork è molto curato, con un bosco al chiaro di luna in copertina e un'immagine diversa come sfondo di ogni testo nel libretto.
Il cd è essenzialmente diviso in due parti dalla piccola suite "Land of warriors" che occupa due tracce, e la prima parte del cd è sicuramente meglio della seconda, la quale va incontro a cali di tono. In particolare secondo me la title-track "Nocturnal pagan supremacy" e la successiva "Spirit of the past" sono i pezzi meglio riusciti del disco.
Oltre all'inglese, in "Furore pagano" e "War is my god" si usa anche il cantato in italiano e in latino, cosa degna di nota, anche se purtroppo le linee vocali lungo tutto il cd sono un po' monocorde. Il concept è basato sulla cultura e la potenza della civiltà pagana che abitava l'Abruzzo in epoca pre-cristiana, sulla esaltazione della natura e dell'antica forza guerriera di questi popoli e quindi sull'anti-religiosità totale verso il cristianesimo che storicamente ha finito per dominare.
In conclusione, un debutto molto buono per i Draugr, da consigliare agli amanti del black metal ma anche di generi affini... FURORE PAGANO!! :D

Track by Track
  1. Dove regna l'inverno 65
  2. Nocturnal pagan supremacy 80
  3. Spirit of the past 80
  4. Reborn in darkness 70
  5. Land of warriors pt. I 75
  6. Land of warriors pt. I 70
  7. The forest where I died 75
  8. Furore pagano 70
  9. War is my god 65
  10. The night of the wolf 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Heresy » pubblicata il --. Articolo letto 1047 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.