Nefesh «Promo 2006» (2006)

Nefesh «Promo 2006» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Hardcorect »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1038

 

Band:
Nefesh
[MetalWave] Invia una email a Nefesh [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nefesh [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nefesh [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nefesh [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Nefesh [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Nefesh [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Nefesh [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Nefesh [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Nefesh

 

Titolo:
Promo 2006

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Michele Baldi: Drum
Andrea Rossi: Bass
Paolo Tittarelli: Voice
Luca Lampis: guitar
Stefano Carloni: keyboards

 

Genere:

 

Durata:
42' 2"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2006

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Si prova sempre una certa difficoltà nel recensire un album che non piace, ma perché mai negare un parere ed una critica, speriamo costruttiva, a chi dimostra di essersi di certo “sbattuto” per realizzare un prodotto (anche se di non ottima qualità).
I Nefesh non brillano di certo in fatto di idee e doti compositive, ma si sente che i pezzi sono stati provati e riprovati cercando di renderli fruibili e personali. Gli arrangiamenti ci sono e risultano essere a tratti piacevoli come in “Son of Life” dove le chitarre fanno un buon lavoro.
Questo combo di Ancona non è affatto catalogabile (aggettivo che può essere un pregio se le idee sono valide ma diventa un difetto se il risultato è un’accozzaglia di generi e scopiazzature che sembrano dover convivere a tutti i costi) sembra quasi, e lo confermano loro stessi nella nota biografica inviataci, che si divertano a mettere insieme metal classico con punte di gothic, thrash e death. Attenzione non parliamo di crossover o nù metal!
Interessanti le melodie di tastiera e non male la voce, per il resto nulla di più.
Citazione/omaggio o semplicemente plagio presente nel brano in lingua italica “Son of Life” in cui vengono ripresi/copiati i versi costituenti il ritornello del brano “Summer on a Solitary Beach” dall'album "La Voce del Padrone" di Franco Battiato.
Un invito a non scoraggiarsi e a riordinare le idee.

Track by Track
  1. Act of Contrition 45
  2. Keriot’s Cry 45
  3. Dream Yesu’ah 55
  4. Son of Life 50
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 50
  • Qualità Artwork: 40
  • Originalità: 40
  • Tecnica: 50
Giudizio Finale
47

 

Recensione di Hardcorect » pubblicata il --. Articolo letto 1038 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.