Onslaught «Killing peace» (2007)

Onslaught «Killing Peace» | MetalWave.it Recensioni Autore:
FallenAngel »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1221

 

Band:
Onslaught
[MetalWave] Invia una email a Onslaught [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Onslaught [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Onslaught [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Onslaught [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Onslaught [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Onslaught

 

Titolo:
Killing peace

 

Nazione:
Inghilterra

 

Formazione:
Sy Keeler :: voce
Nige Rockett :: chitarra
Steve Grice :: batteria
Jeff Wiliams :: basso
Al Jordan :: chitarra

 

Genere:

 

Durata:
44' 11"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2007

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Dopo ben 18 anni dallo split della band dovuti al flop di “In search of sanity”, i thrash Onslaught, capitanati da Sy Keeler, ritornano alla ribalta con questo “Killing peace”.
La band britannica ritorna nel migliori dei modi con un platter veramente notevole sotto tutti gli aspetti. “Burn” e “Killing peace” ci uccidono i padiglioni auricolari grazie al loro thrash metal in tipico “american style” senza compromessi di sorta; chitarre distorte all’inverosimile accompagnano una sezione ritmica che riesce a riempire perfettamente l’aria con suoni che sprizzano energia da tutti i pori; sono evidenti i richiami a band come i Testament, pur mantenendo un sound in tipico Onslaught style.
Leggermente diverso il discorso che deve essere fatto per “Destroyer of worlds” che si avvicina maggiormente al power metal con alcuni frangenti squisitamente thrash-core di ottima fattura; la voce di Sy è perfetta rauca al punto giusto tanto da amalgamare il tutto con sapiente esperienza.
Con “Pain” and “Prayer for the dead” si ritorna al thrash propriamente detto: cavalcate di doppia cassa affiancano con maestria un vero e proprio muro sonoro creato dalle chitarre che non stentano a farci arrivare delle sonore mazzate ad ogni secondo del brano.
Il cd scivola così senza intoppi fino al suo termine senza nessun intoppo; l’unica cosa che viene da fare è rischiacciare il tasto play sul nostro lettore cd per far riprendere il tutto.
Gli Onslaught sono quindi tornati e lo hanno fatto nel migliore dei modi, con un lavoro che riesce a convincere sotto tutti gli aspetti già dopo un primo sommario ascolto. Consiglio vivamente a tutti questo platter, ma soprattutto ai nostalgici del thrash della vecchia scuola americana; sicuramente non rimarranno delusi!

Track by Track
  1. Burn 90
  2. Killing peace 88
  3. Destroyer of worlds 85
  4. Pain 87
  5. Prayer of the dead 79
  6. Tasted to destruction 80
  7. Twisted Jesus 84
  8. Planting seeds of hate 87
  9. Shock'n'awe 82
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 91
Giudizio Finale
85

 

Recensione di FallenAngel » pubblicata il --. Articolo letto 1221 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.