Furor Gallico «Future to Come» (2024)

Furor Gallico «Future To Come» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Sabba Maledetto »

 

Recensione Pubblicata il:
17.04.2024

 

Visualizzazioni:
173

 

Band:
Furor Gallico
[MetalWave] Invia una email a Furor Gallico [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Furor Gallico [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Furor Gallico

 

Titolo:
Future to Come

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Davide Cicalese, voce
Gabriel Consiglio, chitarra e voce
Marco Ballabio, basso
Mirko Fustinoni, batteria
Becky Rossi, arpa
Massimo Volontè, fischi e bouzouki
Valentina Pucci, voce
Riccardo Brumat, violino ed orchestra

 

Genere:
Folk-Melodic Death Metal

 

Durata:
40' 53"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
22.03.2024

 

Etichetta:
Scarlet Records
[MetalWave] Invia una email a Scarlet Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Scarlet Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Scarlet Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Con un curriculum musicale a dir poco invidiabile e con uno stile sonoro fra i più originali, i Furor Gallico sono diventati uno dei gruppi più apprezzati e popolari a livello mondiale riuscendo a far brillare le insegne del metal italiano con orgoglio su qualsiasi palco abbiano avuto l'onore di esprimere tutta la loro energia.
Nati nel 2007, pubblicano il loro primo demo 390 b. c. - The Glorious Dawn nel 2008 che gli permette di farsi le ossa in mezzo all'allora competitiva scena lombarda per poi scalare e raggiungere le vette più alte grazie al primo disco ufficiale Furor Gallico partorito nel 2010 che li consacra come uno dei gruppi cardine della musica rumorosa d'Italia vedendoli affiancati a nomi di un certo spessore come gli Stormlord, i Necrodeath o gli Opera IX.
Caratteristica della musica dei Furor Gallico è il sound furioso del death metal infarcito di varie influenze resuscitate dalla ormai defunta cultura celtica che ha dominato le vallate e le colline del nord Italia fino alla "civilizzazione forzata" ad opera dell'esercito romano che spazzò via quelle civiltà secolari senza però riuscire a cancellare lo spirito identitario di quei popoli che sarebbe rimasto nei retaggi atavici dei discendenti in attesa di essere sfogato qualche millennio più tardi da gruppi che hanno sempre sentito una certa nostalgia di quei tempi ormai perduti.
Il 2024 vede i Furor Gallico alle prese nella pubblicazione e promozione del loro quinto album in studio intitolato Future To Come che ho avuto il piacere di ascoltare e l'onore di recensire per Metalwave; recensione che mi ha davvero soddisfatto perché ho potuto così scoprire che nonostante il tempo trascorra, l'animo pagano dei Furor Gallico resta ancora più aggressivo di prima e maggiormente carico di rivalsa come si erano prefissati i presupposti che hanno portato i membri del gruppo a forgiare le note dei loro primi lavori.
Con spirito cinico e battagliero, le chitarre sprigionano riff ruggenti e fragorosi senza ovviamente farsi mancare le frizzanti melodie generate dai molteplici assoli che fanno da contraltare evocando i paesaggi sconfinati dei boschi sacri ai popoli preromani.
Un growl vicino al timbro di Chrigel Glanzmann degli Eluveitie risorge da questi spazi ancestrali di natura incontaminata condividendo il palco con voci maschili più pulite e corali e da una cristallina voce femminile che s'innalza superba verso la vastità del cielo narrando con devozione delle antiche tradizioni in vigore fra gli antenati che abitavano le pianeggianti distese dell'Italia settentrionale.
Un occhio di riguardo bisogna ovviamente averlo per l'arpa ed il bouzouki, che catapultano verso mondi passati e primordiali con note risalenti ai balli folkloristici celtici; ritmiche essenziali nella musica dei Furor Gallico che se mancassero non esisterebbe quello stampo tribale delle canzoni della band.
Future To Come è un disco che parla, che racconta, che richiama tramite la musica gli stralci di un momento storico che pochi riescono a ricordare, attraverso un virtuosismo sonoro caratteristico per fantasia ed abilità nel contrapporre ed unire durezza e sinfonia, irruenza e poesia in un concept dove la storia rivive la gloria delle civiltà gaeliche che hanno ritrovato la possibilità di far ascoltare la loro voce attraverso il passaggio di diversi secoli grazie agli strumenti dei Furor Gallico.
Qualsiasi parola possa dire ancora è inutile: se siete fan devoti dei Furor Gallico e se avete sempre avuto buoni propositi riguardo le loro nuove uscite, state pur certi con Future To Come non rimarrete delusi neanche questa volta!

Track by Track
  1. Call Of The Wind 85
  2. Among The Ashes 75
  3. Birth Of The Sun 85
  4. Black Skies 90
  5. Faith Upon Lies 80
  6. Ancient Roots 85
  7. Future To Come 75
  8. Anelito 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Sabba Maledetto » pubblicata il 17.04.2024. Articolo letto 173 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.