Hell Theater «S'Accabadora» (2022)

Hell Theater «S'accabadora» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Sabba Maledetto »

 

Recensione Pubblicata il:
26.02.2023

 

Visualizzazioni:
567

 

Band:
Hell Theater
[MetalWave] Invia una email a Hell Theater [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Hell Theater [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hell Theater [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Hell Theater [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Hell Theater [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Hell Theater

 

Titolo:
S'Accabadora

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Victor Solinas, voce
Brian Steele, chitarra
Bob Axx, chitarra e tastiere
Unh Buryan, batteria
Guh Lu, bass (ospite dal vivo)

 

Genere:
Horror Metal

 

Durata:
59' 27"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.10.2022

 

Etichetta:
WormHoleDeath
[MetalWave] Invia una email a WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di WormHoleDeath

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Immersi in un ambiente tetro ed oscuro e guidati dalle forze occulte da ben tredici anni, gli Hell Theater hanno conquistato una fedele cerchia di fan grazie al loro classico heavy metal dalle tinte horror palesemente abbinate alla loro mimica ed alla loro scenografia dove fanno da protagonisti con grande alterezza sangue, corpsepaint, lapidi e teschi in ogni angolo.
Quest’ultimo lavoro degli Hell Theater, S’Accabadora, è un concept album dedicato interamente alla figura femminile della regione della Sardegna che si incaricava di far terminare le sofferenze di una persona ammalata tramite la morte; un disco funereo e macabro inciso con note soprannaturali che spaziano dal rock, all’heavy metal classico fino a toccare il progressive.
Iniziamo a parlare di una chitarra sorretta da ritmiche precise e potenti influenzate in maniera chiara e palpabile dagli Iron Maiden e dai Judas Priest, contrastate di tanto in tanto da assoli stridenti abilmente orchestrati dalle agili dita di Brian Steele.
La batteria si presenta molto doomeggiante, a tratti varia e forte con tonalità plumbee e cupe che riportano alla mente le cadenze ritmate di Bill Ward, storico batterista dei Black Sabbath.
Quello che però mi ha colpito di più di tutto quest’album è stata la voce: non mi sarei mai aspettato di sentire un timbro vocale del calibro di Victor Solinas; estensioni in falsetto della scuola di King Diamond dei Mercyful Fate in grado di trasportare l’ascoltatore in un ambiente diabolico e mistico di matrice crowleyana.
Un nostalgico ritorno ai tempi dell’originale heavy metal degli anni ’80 quando gruppi come Iron Maiden, Led Zeppelin, Motörhead e Black Sabbath cavalcavano ancora l’onda del successo, che passa attraverso una dimensione diabolica, infernale e minacciosa capace di far sorgere brividi di autentico terrore nell’animo dell’ascoltatore: S’Accabadora è un album agghiacciante che si apre con un’inquietante nenia funebre e termina con un’orazione in perfetta predisposizione esoterica dove l’angosciante presenza della Morte vi accompagnerà lungo tutto l’ascolto del disco.
Se vi manca il classico sound del vero heavy metal e se avete una particolare dedizione verso il mondo dell’occultismo, con gli Hell Theater non rimarrete per nulla delusi di aver perso qualche minuto della vostra vita nel buttare l’orecchio su questo loro ultimo lavoro; viaggiando in un mondo dove la magia nera vi coinvolgerà fino ai capillari sanguigni facendovi sentire l’orribile oppressione del Maligno lungo tutto la vostra pelle: buon ascolto, ma soprattutto “serena unzione”!

Track by Track
  1. Laughing Doll S.V.
  2. Eyes Painted Blood 80
  3. A Strange Death 85
  4. Church Of Saint Anthony pt.1 75
  5. Church Of Saint Anthony pt.2 90
  6. Mamuthones Dance 80
  7. In The Dark Room 75
  8. Domus De Janas 80
  9. Dressed In Black 80
  10. Morte Be Thy Name 85
  11. The Legend Will Never Die S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Sabba Maledetto » pubblicata il 26.02.2023. Articolo letto 567 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.