Deep Valley Blues «III» (2021)

Deep Valley Blues «Iii» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
28.11.2022

 

Visualizzazioni:
449

 

Band:
Deep Valley Blues
[MetalWave] Invia una email a Deep Valley Blues [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Deep Valley Blues [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Deep Valley Blues [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Deep Valley Blues

 

Titolo:
III

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giandomenico Sestito :: Bass
Giorgio Faini :: Drums
Umberto Arena :: Vox, Guitars
Alessandro Morrone :: Guitars

 

Genere:
Stoner / Hard Rock

 

Durata:
40' 49"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.12.2021

 

Etichetta:
Swamp Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Nuovo disco per i Deep Valley Blues da Catanzaro, stranamente arrivato solo ora in redazione pur essendo del 2021, e che condensa 7 brani più intro, outro e intermezzo di uno stoner rock molto desertico in quasi 41 minuti di musica, a volte con l’ombra dei Danzig che si erge su questa musica, e altre volte più stile Cathedral, ma più sporcati, come si sente in “Bronco Buster”. Uno stoner rock dunque vagamente lisergico, ma che comunque mostra i riffs e va dritto al punto, per un risultato non troppo diverso da quanto già visto nei primi Zippo, e particolarmente in brani come “Kid in the desert”.
Tutto questo è bene, molto bene. I Deep Valley Blues infatti sanno come fare dei brani dal groove interessante e convincente, che prendono l’ascoltatore e non lo mollano finché il giro nel deserto non è finito e lo depositano all’arrivo mezzo stralunato, tra moods blues e armoniche a bocca, il tutto per un risultato tanto convincente quanto un po’ omogeneo, visto che “III” ha forse l’unica colpa di saper andare dritto al punto, ma senza molte variazioni stilistiche tra brano e brano, che insistono sulla strategia del brano catchy e dei riffs diretti. Certo, c’è qualche digressione strumentale riuscita come in “Bronco Buster”, ma durante l’ascolto del disco noto che la band fa un po’ fatica a cambiare atmosfera ai brani e ad aprirli, il che è un peccato perché questo è un traguardo che i DVB sembrano saper tranquillamente raggiungere, come mostrato nell’intermezzo per chitarra solista di “Talisman”.
“III” dei Deep Valley Blues è dunque un album senz’altro non molto innovativo e che può migliorare in quanto a sfaccettature del mood, ma ciò non toglie che questo disco è comunque piacevole, specialmente da live, ed è senz’altro indicato se cercate un buon disco stoner rock da mettere allo stereo in macchina.

Track by Track
  1. Epitaph 70
  2. Bronco Buster 70
  3. Mally'o Mucy 70
  4. Smokey mountain woods 70
  5. Phobos 70
  6. Talisman - Intermezzo S.V.
  7. Pills of darkness 70
  8. Maschere 70
  9. Sun of the dead 70
  10. Epitaph reprise S.V.
  11. Mum darkwoods (dedicated to...) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 28.11.2022. Articolo letto 449 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.