Urluk «Loss» (2022)

Urluk «Loss» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
22.10.2022

 

Visualizzazioni:
682

 

Band:
Urluk
[MetalWave] Invia una email a Urluk [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Urluk [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Urluk

 

Titolo:
Loss

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- M : voce e batteria
- U: chitarre e liriche

 

Genere:
Black/Doom Metal

 

Durata:
27' 9"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
26.04.2022

 

Etichetta:
Black Mass Prayers
[MetalWave] Invia una email a Black Mass Prayers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Black Mass Prayers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Black Mass Prayers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Black Mass Prayers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Black Mass Prayers

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Southern Promotion
[MetalWave] Invia una email a Southern Promotion

 

Recensione

Formatisi ufficialmente nel luglio 2020, il progetto Urluk del duo milanese, rilascia il proprio primo Ep “Loss” offrendoci la propria interpretazione e il proprio credo artistico a base di black e doom metal. Sostanzialmente il duo, pur dichiarando di non appartenere ad alcuna scena underground, offre cinque brani lenti, pacati, ricchi di passaggi acustici ma parimenti tetri e oscuri, frutto di un marciume interiore che ben viene esteriorizzato e interpretato sia dal rauco e intenso scream che da un contesto funereo e malinconico legato non poco ad elementi del passato. Tolta l’intro, le restanti tracce, peraltro titolate con numeri romani in successione e di durata medio lunga, rivelano un quadro compositivo apprezzabile, nulla di eccezionale o innovativo ma comunque ben in grado di esprimere le proprie sensazioni. I migliori tra i brani ricadono in “II” e in “IV” entrambi ricchi e suggestivi di contenuti sia per l’ambientazione che per l’immancabile, nefasto clima percepito; le lente andature danno prova della intensa quanto cara e amata congiunzione del doom al black a cui il duo è profondamente legato anche dalle precedenti esperienze personali. L’Ep, pur non avendo un ampio margine di variazioni nella propria genesi, rivela le buone iniziative del duo che, in un futuro quanto auspicabile full lenght ed in aggiunta a un pizzico di fantasia in più daranno, se vorranno, i meritati frutti; in ogni caso, al momento, possiamo accontentarci così.

Track by Track
  1. I S.V.
  2. II 70
  3. III 55
  4. IV 70
  5. V 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 22.10.2022. Articolo letto 682 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.