Absences «Fracture» (2021)

Absences «Fracture» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
17.06.2022

 

Visualizzazioni:
240

 

Band:
Absences
[MetalWave] Invia una email a Absences

 

Titolo:
Fracture

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Jody Casini - chitarre, cori e synth
Lorenzo Lippi - Batteria
Federico Coppola - basso e cori
Francesca Rigutini - voce

 

Genere:
Gothic Metal / New Wave / Alternative

 

Durata:
43' 18"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
03.09.2021

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
Routenote
[MetalWave] Invia una email a Routenote [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Routenote [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Routenote [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Routenote [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Routenote [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Routenote

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli absences nascono sul finire del 2016 su un idea di Jody casini il chitarrista, vuole provare ad addentrarsi in un ambito piu simile a band come the gathering e gothic metal pur mantenendo tratti hard rock e alternative del suo altro gruppo gli ingrid khold. all'avventura parteciapano da subito il batterista Lorenzo Lippi sempre ingrid khold. i testi in questo caso sono scritti in inglese a compltetare la formazione entrano il bassista e fonico Federico coppola che si occupa anche dei cori, e la prima cantante anna. dopo un breve perido subentra invece la singer francesca rigutini e viene ultimato il primo disco che e uscito a settembre 2021.

Creazione innovativa che fonde Gothic Metal / New Wave / Alternative e molte altre influenze in un unico scenario difficilmente etichettabile, ma che lascia un buon segno sia a livello tecnico che a livello compositivo. Stiamo palando degli Absence e del loro album "Fracture".

Quello che ne esce fuori è un gradevole e coinvolgente metal, che senza mezze misure ti entra in testa come un treno in corsa. Durante l'ascolto si possono apprezzare, suoni corposi e intensi, ben sostenuti da una linea vocale che ne esalta le potenzialità e allo stesso tempo le qualità della band. L'andamento del disco risulta vario e originale, con aperture di suono che si dimostrano una bella variante riuscendo a generare uno spiraglio di luce in questa atmosfera quasi cupa, ma per niente brutta.

Una sinergia comprovata in più di una circostanza per mezzo di brani dove primeggiano i cambi di tempo quasi improvvisi con punte melodiche, che si rivelano una manna dal cielo per non cadere in un percorso , scontato e banale. L’uscita di “Fracture”, conferma quanto di buono la band è riuscita a fare fino ad ora senza porsi limiti e senza andare dietro alla corrente commerciale perchè gli Absence suonano quello che vogliono e non quello che il commercio vuole. Da ascoltare con il massimo rispetto e la massima attenzione.

Track by Track
  1. Absence 65
  2. Active Smog 65
  3. Childhood 70
  4. Dangerous Illusions 65
  5. Feed Me 70
  6. Hate you Love You 70
  7. Horizon 65
  8. Searching for something 65
  9. Stop This 70
  10. without you 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Led » pubblicata il 17.06.2022. Articolo letto 240 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.