Darkpools «Gore» (2022)

Darkpools «Gore» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
17.06.2022

 

Visualizzazioni:
180

 

Band:
Darkpools
[MetalWave] Invia una email a Darkpools [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Darkpools [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Darkpools [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Darkpools [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Darkpools

 

Titolo:
Gore

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Andrea :: vocals;;
- Angelo :: guitars;
- Davide :: guitars;
- Davide :: bass;
- Michael :: drums;

 

Genere:
Alternative Metalcore

 

Durata:
24' 16"

 

Formato:
Mini-CD

 

Data di Uscita:
2022

 

Etichetta:
GhostLabel Record
[MetalWave] Invia una email a GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di GhostLabel Record [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di GhostLabel Record

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Assai particolare questo alternative metalcore proposto dai triestini Dark Pools, band autrice di “Gore” un debutto la cui particolarità prende piede sin da subito per l’ottima produzione mentre, per quanto attiene al resto, dà luogo ad un sound compatto e grintoso; particolare anche lo scream, sempre in piena tensione, dovuta ad una irruenta e determinata cattiveria i cui effetti lasciano tutt’altro che indifferenti. Il concept, come accennato, si caratterizza per un sound piuttosto aggressivo in cui non mancano richiami a Hatebreed e Machine Head con enormi overdosi di groove che fanno tutto il resto. La band incentra tutto il proprio potenziale estrapolando dalle personali ispirazioni dei singoli membri un effetto che, oltre al metalcore, abbraccia nu metal, thrash e death. In ogni caso i riff nella loro semplicità, generano un effetto che in definitiva è tutt’altro che scontato come si potrebbe immaginare trattandosi di band esordiente; il potenziale prende corpo sin dalle prime battute con “Nobody Listens”, uno dei brani di maggior mordente che, seppur lontanamente, ricorda qualcosa dei francesi Obliveon; i passaggi pregni di groove di “FollowingThe Road” mettono disciplina alle parecchie di chi ascolta per ingenerare un discreto spettacolo; ruvido è invece il sound di “In My Eyes” altra discreta prova che vede un leggero calo nell’intensità dello scream; altra botta a suon di groove per “Rage Unleashed” pronta ad introdurci nella massiccia proposta di “Ready Set Go” altra imponente esecuzione pregna di groove ma massiccia come un macigno pronta a condurci nella conclusiva e imponente “Dark Pools”, brano thrash e death metal che ci congeda da questa band che, pur essendo debuttante, riesce ad essere di portata enorme e dettare le proprie regole che, se fosse ro appena meno influenzate da troppi generi darebbero dei risultati maggiori. In ogni caso per il momento possiamo accontentarci auspicando nella scelta per un genere specifico e maggiormente personalizzato.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. Nobody Listens 75
  3. Following The Road 70
  4. In My Eyes 70
  5. Rage Unleashed 70
  6. Ready Set Go 75
  7. Dark Pools 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 17.06.2022. Articolo letto 180 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.