Edgeline «Leave» (2021)

Edgeline ĞLeaveğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
10.06.2022

 

Visualizzazioni:
208

 

Band:
Edgeline
[MetalWave] Invia una email a Edgeline [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Edgeline

 

Titolo:
Leave

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Andrea Riva :: Voice;
- Riccardo Pasquinelli :: Guitar;
- Marco Adami :: Guitar;
- Edoardo Panzera :: Bass;
- Riccardo Ronchi :: Drums;

 

Genere:
Hard Rock

 

Durata:
45' 4"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
05.11.2021

 

Etichetta:
Volcano Records
[MetalWave] Invia una email a Volcano Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Volcano Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Volcano Promotion
[MetalWave] Invia una email a Volcano Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Volcano Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Volcano Promotion

 

Recensione

Formati solamente nel 2017, debuttano, dopo l’uscita di un precedente Ep, gli Edgeline con il loro “Leave”, un disco strutturato su base hard rock, alternative, metal e anche grunge. Insomma tutto quello che serve per farsi apprezzare ma non parzialmente bensì a 360°. Forti di un sound fresco e di riff ribelli unificati ad un espressivo quando coinvolgente clean, la band forgia dieci brani divertenti l’uno dietro l’altro, per circa quarantacinque minuti di ascolto con uno stile che non tarda a ricordarci qualcosa degli Alter Bridge. Indubbiamente le influenze del nuovo continente si sentono eccome! La band ben riesce nella propria indole a personalizzare il proprio sound catturando costantemente l’attenzione della propria platea. Dal modus operandi non siamo certo di fronte ad una band alle prime armi, c’è mordente nelle tracce degli Edgeline e tanta convinzione ed è questo ciò che conta per seminare la propria energia a cominciare da tracce come “Rise Above” e “Breackout”, mentre si trascina su un contesto più oscuro e dai tratti semi punk la tenebrosa “Before You falla Again”. C’è anche qualche richiamo al blues funky con “Never Learned To Sleep” e spazio per la lunga ballad proposta con “Silence”; il grunge sembra prendere piede con “The Day I’m Gone” un buon brano ricco di emozioni, melodia e tantissima forza; chiude il lavoro “Green Water”, altra ottima soluzione per la band. Un disco con molte influenze esterne ma dalla forza sorprendente. Un ottimo lavoro.

Track by Track
  1. Burn It Faster 75
  2. Rise Above 75
  3. Breakout 80
  4. Before You Fall Again 80
  5. Take What Is Left 80
  6. Never Learned to Sleep 80
  7. Through the Haze 80
  8. Silence 80
  9. The Day I’m Gone 80
  10. Green Waters 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 10.06.2022. Articolo letto 208 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.