Underball «The Worst Is Yet To Cum» (2021)

Underball «The Worst Is Yet To Cum» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
02.06.2022

 

Visualizzazioni:
277

 

Band:
Underball
[MetalWave] Invia una email a Underball [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Underball [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Underball [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Underball [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Underball [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Underball

 

Titolo:
The Worst Is Yet To Cum

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Motoreddu :: Bass
El Chario :: Drums
Pekkia :: Guitars
Zorro :: Guitars
El Bandido Maldido :: Vocals

 

Genere:
Thrash Metal / Hardcore

 

Durata:
44' 13"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.07.2021

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

Il primo full length dei Romani Underball è uno di quei dischi con cui non ti aspetti molto, sia per colpa di una copertina assolutamente stupida, sia per certi titoli delle canzoni magari demenziali ma anche troppo banali. Certo, è ovvio che la band non si prende sul serio, ma le bands umoristiche hanno anche il brutto vizio di usare l’umorismo come scusa più che come plusvalore, per cui non ti aspetti molto, specialmente dopo una opener “John von lover” abbastanza nella media, dove il ritornello non esce bene, e che francamente consiste in robe già fatte da certi Metallica, ma con voce troppo stridula.
Tuttavia, piano piano con l’ascolto di TWIYTC le capacità vengono a galla, anche se bisogna aspettare che se ne va una prima metà del disco meno convincente, fatta da ritornelli che non escono bene, brani che sembrano più che altro fare il verso a qualche classico del thrash d’annata, una voce troppo stridula e anche certe pecche d’originalità, come “Milf” che sulle prime suona troppo simile alla classica “Heavy Metal Forces” dei Fingernails. Fatto sta che già da qualcosa verso la fine di “Dildo” e “Milf” si comincia a sentire qualcosa di positivo, come il tiro alla fine del primo dei due brani, e un decrescendo d’intensità in “Milf”, che passa da thrash potente a blues rock graduale verso la fine, e se si considera che il sesto brano è praticamente rock con tanto d’armonica che fa un assolo, ecco come la vera maniera d’inquadrare la band esce fuori: non un thrash old school, ma più qualcosa tipo crossover con punte di demenzialità alla Municipal Waste abbinata a elementi hardcore e rock, che emergono prepotenti in “Deadland”, senza dimenticare citazioni soliste agli Iron Maiden qua e là e nella conclusiva “Underball”, che alla fine va a citare “22 acacia avenue” e “Hallowed be thy name”, il tutto per un risultato che in questo modo ti fa ricredere sul valore del disco, dal forte impatto live e che combina i generi musicali fin qui citati, per un risultato convincente anche se un po’ confuso nella prima metà dell’album.
Il giudizio finale rispecchia dunque un disco a due facce, strano e un po’ troppo pretenzioso all’inizio, ben fatto e aggressivo alla fine. Gli Underball non sono una band che ha fatto un disco capolavoro, ma in futuro probabilmente lo faranno, se non si faranno prendere la mano. Per ora, se il crossover/thrash fa per voi, date una chance d’acquisto a “The worst is yet to cum”, se riuscite a tollerare una veste grafica davvero “fail”.

Track by Track
  1. John von lover 60
  2. Squirt on my face 60
  3. Dwarfs 60
  4. Dildo 65
  5. Milf 70
  6. Cannonball dookie 70
  7. Deadland 75
  8. Expired beer 70
  9. Infection 70
  10. Underball 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 02.06.2022. Articolo letto 277 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.