HISS FROM THE MOAT: il nuovo album ''The Harrier''

HISS FROM THE MOAT: il nuovo album ''The Harrier'' HISS FROM THE MOAT - la band transcontinentale black / death metal fondata dall'acclamato batterista James Payne (Vital Remains, Hour of Penance) - pubblicherà il secondo album, "The Harrier", il 22 febbraio via M-Theory Audio.
"The Harrier" è stato registrato, mixato e masterizzato allo SPVN Studio di Milano con Stefano Orkid Santi, che ha prodotto l'ultimo album dei Cripple Bastards e in precedenza ha lavorato come live engineer per gruppi come Origin, Suffocation e Cattle Decapitation.
"L'album è stato registrato nel modo più naturale possibile", spiega Payne. "Le percussioni non sono state quantizzate poiché volevamo che l'ascoltatore sentisse l'album piuttosto che ascoltarlo. Volevamo lasciare la naturale espressione di ciò che abbiamo suonato raggiungendo chiunque ascolterà l'album, perché la musica e l'arte producono energia, e quell'energia deve raggiungere chi c'è dall'altra parte. Tutte le produzioni moderne nella musica metal di oggi stanno tagliando quell'energia, ed era qualcosa che non volevamo perdere mentre esprimevamo noi stessi. Ringraziamo Stefano Santi di SPVN Studio per il fantastico lavoro che ci ha fatto registrare! "
Per quanto riguarda il titolo dell'album, Payne dice: "L'Harrier si riferisce a colui che devasta. Non va interpretato come qualcuno che abbiamo creato per distruggere, ma piuttosto per indicare tutto ciò che ha devastato la nostra storia, come la politica, la religione e la dittatura ecc. Ecco perché abbiamo usato estratti di sceneggiature religiose e politiche nei testi ".
Per quanto riguarda la copertina, Payne dice quanto segue: "L'artwork dell'album è definito da tre elementi: una testa di una statua che rappresenta l'atteggiamento cieco e apatico dell'umanità; la maschera meccanica sulla sommità della testa che rappresenta le istituzioni che opprimono le persone (simile alla cintura sulla bocca della statua e alle croci come paraocchi); e i cerchi alchemici che hanno il significato di migliorare l'umanità attraverso la mente e il corpo, per promuovere l'auto-miglioramento senza cercare aiuto esterno ".
L'americana Payne ha fondato HISS FROM THE MOAT con due italiani - il bassista / cantante Carlo Cremascoli e il chitarrista Giacomo Poli - quando avevano solo 18 anni. Nel 2009, il gruppo ha autoprodotto il loro EP di debutto, "The Carved Flesh Message", che ha supportato esibendosi accanto ad artisti del calibro di Psycroptic, Skeletonwitch e The Black Dahlia Murder.
Quattro anni dopo i HISS FROM THE MOAT hanno pubblicato il loro debutto a grandezza naturale, "Misanthropy", tramite Lacerated Enemy / Nuclear Blast. L'intenso uso della band allo stile del death e del black metal, ha prodotto un album che si è affiancato alla realizzazione di realtà come Behemoth, Belphegor e Rotting Christ.
Dopo l'uscita dell'album, gli HISS FROM THE MOAT hanno intrapreso un lungo tour in Russia, Europa e Asia, offrendo performance aggressive e visivamente accattivanti supportate dall'intensità più oscura del nuovo materiale della band. Durante questo periodo, Payne lasciò la leggendaria band death metal dei Vital Remains - un gruppo che si è formato a seguito di un periodo di due anni con i death metal Hour of Penance - per poi concentrarsi a tempo pieno sui HISS FROM THE MOAT, estendendo la band da un tre elementi per un quartetto con l'aggiunta di Max Cirelli (chitarra / voce).
Negli ultimi due anni, la band è stata in tournée in tutto il mondo mentre lavorava tra gli Stati Uniti e l'Italia per scrivere "The Harrier." Ora, gli HISS FROM THE MOAT stanno per scatenare un altro assalto sonico che cattura la gamma delle band death con ispirazione al black metal mentre crea un lavoro unico ed intenso nel mondo della musica estrema.

La line up:

Massimilano Cirelli – Guitar/Vocals
James Payne – Drums
Carlo Cremascoli – Bass/Vocals
Giacomo Poli - Guitar

 

Inserita da: Wolverine il 18.02.2019 - Letture: 388

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.

Altre News di MetalWave