HOMICIDE HAGRIDDEN: il nuovo album ''Effect Lucifero''

HOMICIDE HAGRIDDEN: il nuovo album ''Effect Lucifero'' La band è stata fondata nel 1994 dal chitarrista solista e dal batterista Stefano Moda e Massimo Moda. Luca Guidi al basso e Fabrizio Fortunato alla seconda chitarra completano la band; dopo alcuni mesi il chitarrista cambia con Fdele Pagano e la band registra il primo demo-tape "Sequence of Death" allo studio Metchless Inizialmente, la band aveva il nome Death Slaughter ma Stefano decide di cambiarlo in HomicideHagridden. La demo ha ricevuto molti complimenti dalla stampa italiana e insieme ad alcune band della scena metal locale, gli Homicide Hagridden si esibiscono per la prima volta di fronte a un pubblico che ne valorizza l'esibizione. Dopo alcuni disaccordi interni alla band, Luca Guidi ne esce fuori e David RuoRoch lo sostituisce dando un contributo importante nella qualità del songwriting della band. "Behind the lines" è il secondo demo registrato nel 1996 e dopo alcuni concerti la band si butta a capofitto nella creazione di "Where angels work" nel 1998, registrata presso lo studio Nadir da TommyTalamanca. La band per la prima volta si esibisce con band come Braindamage, Detestor, Insidia. La band rilascia alcuni promo-tape e alcune demo dedicate al contratto dell'etichetta. Nel 2002 registrano il loro primo album "Dead black sun" firmando un contratto con la giapponese Eclipse Records. Con stupore e incredulità, l'album vede la luce solo nel 2005 e nel frattempo l'etichetta svanisce. Alcune canzoni del disco appaiono in alcune compilation. La band pubblica "Mechanism Dead", pubblicato per le piattaforme digitali nel 2008, esplorando suoni diversi con l'aggiunta di chitarre a 7 corde. Il record della band alle registrazioni di Orion studio è il secondo full-length. Con il semplice titolo di "Noi" l'album esce l'8 ottobre 2012 in tutto il mondo per i record di Build-to-Kill che l'album vede la band ottenere un'attenzione positiva da parte della stampa e dei media in generale. Rock Hard Italy va a definirli come un album thrash più violento dai tempi della leggendaria versione degli Slayer Reign in Blood. La band suona nello stesso anno con Samael, Vader, Keep of Kalessin, Cephalic Carnage, Napalm Death, Melechesh. Lo stesso giorno dell'uscita dell'album vede l'ingresso nella band del nuovo bassista Valerio Possetto in un tour in Ucraina. Ritornati dal tour, la band inizia a cercare il nuovo chitarrista per completare la formazione trovando Fabio Insalaco. Nel frattempo le canzoni per il nuovo album sono pronte. Tornano allo studio di registrazione Orion, e lavorano sul mix prendendosi una pausa per partecipare al Total metal fest che vede tra gli headliner Kreator, Behemoth e Decapitated.

Line up:
Stefano Moda - Drums
Massimo Moda - Guitar/Vocals
Fabio Insalaco - Guitar
Valerio Possetto - Bass

 

Inserita da: Wolverine il 11.10.2018 - Letture: 404

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.

Altre News di MetalWave