«A ThrashAlcoholic Decade»

Data dell'Evento:
14.01.2006

 

Nome dell'Evento:
A ThrashAlcoholic Decade

 

Band:
Hyades [MetalWave] Invia una email a Hyades [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Hyades [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hyades [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Hyades [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Hyades
Hatework [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Hatework [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hatework
Vexed [MetalWave] Invia una email a Vexed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Vexed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Vexed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Vexed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Vexed

 

Luogo dell'Evento:
Comunità giovanile

 

Città:
Busto Arsizio (VA)

 

Promoter:
Comunità Giovanile [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Comunità Giovanile .
Anger Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Anger Music

 

Autore:
Jerico»

 

Visualizzazioni:
1456

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: Nessuna Descrizione Quando ho visto la possibilità di andare a trovare i miei cari amici milanesi in occasione del loro decennale, non me la sono fatta sfuggire!
La giornata inizia in comunità giovanile nelle prime ore del pomeriggio quando già fervevano i preparativi per una serata memorabile: Hyades, Hatework e Vexed non lasciano nulla al caso, e ogni dettaglio viene curato con meticolosa scrupolosità. Sul palco, già agghindato con gli striscioni dei tre gruppi, fa bella mostra di se l’ultima mirabolante follia degli Hyades: un palchetto rialzato per la batteria; costato ai nostri circa una settimana di lavoro serale e costruito in modo assolutamente demenziale (stando alle cronache dei presenti), si rivela però utilissimo e di grande impatto scenico. L’ordine delle esibizioni viene deciso nel modo più imparziale: la sorte (qui rappresentata da un mazzo di carte da briscola) dà il suo verdetto: saranno gli Hyades ad aprire le danze, seguiti da Hatework e Vexed. Inizia a questo punto un estenuante sound-chek: durerà 3 ore ma a fine serata ne sarà valsa la pena: i suoni si manterranno su ottimi livelli per tutti e tre gli shows. Nel frattempo si iniziano a piazzare e preparare le 6 videocamere che riprenderanno il concerto: già, perché nel programma dei festeggiamenti per il decennale delle tre bands è inclusa anche la realizzazione di un DVD che andrà a coprire tutto l’arco della serata. Si avviano i computer destinati alle registrazioni audio (tutto in multitrack, roba di un altro pianeta), si collegano i gruppi di continuità (il famigerato black-out è sempre in agguato da queste parti) e in un lampo arriva l’ora di cena: semplice ma abbondante e sostanziosa, in pieno stile comunità giovanile, che si rivela essere ancora una volta uno dei locali più accoglienti e meglio frequentati del nord Italia. I primi spettatori iniziano ad affluire verso le 21.00, giusto in tempo per assistere all’arrivo della regina incontrastata della serata: i tre gruppi hanno infatti deciso di offrire ai presenti qualcosa come CINQUANTA LITRI di birra (trattasi oltretutto di EKU spillata direttamente a gravità dal fusto, mica pizza e fichi) per rallegrare la serata e festeggiare degnamente l’anniversario.
Alle 22.15 le casse, pompate a mille, diffondono le note epiche di “The Autumn Wind”, inno ufficiale degli Oakland Raiders e gli Hyades si precipitano sul palco ad iniziare uno show veramente coinvolgente, a partire dall’omonima Hyades con la quale il front-man Marcone Magò riesce a far saltare da subito le numerose persone che ai primi vagiti dell’impianto si erano riversati davanti al palco! Lo spettacolo fila liscio e travolgente con i nuovi brani che danno vita al nuovo lavoro discografico degli Hyades, Abuse your Illusions, uscito recentemente per la Mausoleum Records. Brani come No Man's Land, Liars, Picture of a World, September 11 e la stessa Abuse Your Illusions, son brani che hanno causato forti mal di collo a chi ha avuto la fortuna di trovarsi davanti a questo muro di suono che gli Hyades, anche grazie al recente acquisto Rawdeath alla batteria, sono riusciti a sfoderare per tutta la loro scaletta.
Giusto il tempo di un rapido cambio palco, ed è il turno degli Hatework, gruppo di buona nomea della zona del milanese e che avevo avuto modo di conoscere solamente ascoltando un mp3 a disposizione nel loro sito di quando erano ancora con formazione a tre. Oltre alla trascinante carica thrash che Lorenzo, Marco e Max sono riusciti a tirar fuori, soprattutto in brani come I.D.T., Total War, I Don't Care e Thrash ‘N' Roll, a mio avviso la migliore nota positiva della band è venuta dall’azzeccatissima voce ed attitudine Hardcore dell’ultimo acquisto Fab. In definitiva, un’ottima prova di un gruppo che ho avuto l’enorme piacere di conoscere anche dal vivo!
Ennesimo cambio palco ed è il turno dei Vexed! Il gruppo capitanato da Mik, sfodera un thrash di vecchia data ma sempre mordente, grazie alle rasoiate di Mike alla batteria, Winx al basso e Rob alla chitarra. Degna di nota la cover dei Destruction, Total Desaster , eseguita in collaborazione con una ragazza che da quanto ho capito fu la loro primordiale chitarrista.
Quando sembrava che la parte musicale della festa fosse finita, sono arrivate tre graditissime sorprese. Gli elementi delle tre formazioni si sono improvvisati in una Jam eseguendo nell’ordine l’Ass de Picc (versione in dialetto milanese di Ace of Spades dei Motörhead, arrangiata dai sempre milanesi Longobardeath di Ul Mik), Too Drunk To Fuck (dei Dead Kennedy) e, dulcis in fundo Fight For Your Right dai Beastie Boys (eseguita con la totalità dei personaggi sul palco ridotti in mutande ma soprattutto da un improbabile Lorenzo ‘TXT’ Testa alla batteria! ghghgh :D)
Insomma, una gran bella festa per i 10 anni di queste tre formazioni che sicuramente hanno già lasciato il segno nella storia del Thrash Made in Italy ma che, a mio avviso, hanno ancora molto da dire! Immagino che la serata rimarrà impressa non solo ai festeggianti per il successo ottenuto (Comunità Giovanile stracolma!), ma anche a tutti i presenti di cui buona parte se n’è andata completamente distrutta, vuoi per la birra bevuta a sbafo, vuoi per la legnate musicali regalate da Hyades, Hatework e Vexed.

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Jerico Articolo letto 1456 volte.

 

Articoli Correlati

News
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.