«Queen & Adam Lambert»

Data dell'Evento:
25.06.2018

 

Nome dell'Evento:
Queen & Adam Lambert

 

Band:
Queen & Adam Lambert

 

Luogo dell'Evento:
Forum Assago

 

Città:
Milano

 

Promoter:
Barley Arts [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Barley Arts

 

Autore:
Reira»

 

Visualizzazioni:
171

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: L'attesa I concerti sono sempre un'occasione speciale e unica nella quale far emergere la nostra energia e far sentire la nostra voce da ascoltatori appassionati di un genere e un gruppo. Purtroppo, quando parliamo di band storiche, come i Queen per l'appunto, il live è pieno di scetticismo misto ad aspettative. Nell'aria ho percepito molto: "Non sono i Queen senza Freddie.". Probabilmente questo sarà anche vero, tuttavia credo sia un pò inutile crogiolarsi nel ricordo di un mito, purtroppo, scomparso più di venticinque anni fa senza lasciarsi stupire o almeno divertire da ciò che Roger e Brian ancora sanno dare. Nonostante io stessa consideri Freddie Mercury come uno dei migliori frontman, ho voluto mettere da parte tutto e pensare che ogni live dei rimanenti Queen possa quasi rappresentare un tributo al compianto amico.

Detta questa premessa, il 25 giugno abbiamo trovato un forum d'Assago nemmeno troppo affollato, quindi facilmente agevole e senza particolari intoppi. Nessun apripista per loro: alle 21 e 15 il concerto parte con un'inquietante immagine dell'ominide di News from the World (da poco ha compiuto il 40esimo anno di uscita). Adam Lambert, il cantante attuale, si destreggia da subito con i pezzi conosciuti più old school della band: Killer Queen, Don't Stop me Now, Fat Bottomed Girls, Seven Seas of Rhye. Se devo essere oggettiva, si tratta di una persona coerente nel suo ruolo, con un'attitudine molto scenica, ma senza strabordare in manifestazioni eccessive. Apprezzabile la sua modestia nell'ammettere di non sostituire nessuno e di essere onorato nel suo "compito" attuale.
Da brivido l'interpretazione di Brian solista, a suo agio su uno sgabello con le luci dei telefoni, a destreggiarsi con "O Sole Mio", qualche parola in italiano e la romantica Love Of My Life, la quale ha suscitato un coro molto bello ed emozionante che si è conclusa con una schermata in cui appare Mercury. Boato, gente vicina alle lacrime.

Altro momento, ormai d'obbligo, è legato a Roger Taylor che "gareggia" con una serie di assoli alla batteria: sempre potente sebbene ho notato segni di stanchezza.

Molti i brani fatti in questo show di due ore colmo di giochi di luce, tra i più notevoli: The Show Must Go On, Somebody to Love, Radio GaGa, Bohemian Rhapsody, We Will rock you, Under Preassure, Who wants to live forever, I want it all, I want to break free. Ogni canzone è ormai terreno sicuro e ben consolidato sia per l'esecuzione, sia per la reazione del pubblico che è sempre molto partecipe.

Ci sono cose che Adam Lambert ha fatto molto bene: muoversi sul palco, cantare, adattare le opere al suo stile senza banalizzare nulla. Quello che forse un pò gli manca è l'interpretazione, ma non voglio suscitare polemiche perché credo abbia saputo, ormai da un pò di tempo, rimanere con i piedi abbastanza per terra e, nello stesso tempo, ricoprire un ruolo meraviglioso ma anche tanto scomodo.

Brian May è stato straordinario: la sua simpatia e il suo talento rimangono intatti, semmai rafforzati dalla consapevolezza del tempo e dell'esperienza acquisita. Un mito che deve essere visto e ascoltato almeno una volta nella vita. Taylor, come scrivevo sopra, è sempre straordinario, ma mi è parso leggermente meno carico.

Comunque sia, il concerto è stato meraviglioso sotto tutti i punti di vista, è inutile cercare il pelo nell'uovo o pretendere i miracoli. Se potessi, ci andrei ancora mille volte perché le emozioni, quelle vere, le provi solo quando sei davanti a qualcosa di bello, di magico, perché no?

Per i più curiosi, ecco la scaletta completa:
Tear It Up
Seven Seas of Rhye
Tie Your Mother Down
Play the Game
Play Video
Fat Bottomed Girls
Killer Queen
Don’t Stop Me Now
Bicycle Race
I’m in Love With My Car Another One Bites the Dust
Lucy (Adam Lambert cover)
I Want It All
Love of My Life
Somebody to Love
Crazy Little Thing Called Love Drum Battle
Under Pressure
I Want to Break Free
You Take My Breath Away
Who Wants to Live Forever
Last Horizon (Brian May cover) Guitar Solo
The Show Must Go On
Radio Ga Ga
Bohemian Rhapsody

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Reira Articolo letto 171 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.