«BURNING RUIN METAL FEST 2016»

Data dell'Evento:
09.07.2016

 

Nome dell'Evento:
BURNING RUIN METAL FEST 2016

 

Band:
Dark Tranquillity
Novembre [MetalWave] Invia una email a Novembre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Novembre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Novembre
Sudden Death [MetalWave] Invia una email a Sudden Death [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sudden Death [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sudden Death
S.R.L. [MetalWave] Invia una email a S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di S.R.L.
Bloodtruth [MetalWave] Invia una email a Bloodtruth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bloodtruth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Bloodtruth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Bloodtruth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Bloodtruth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Bloodtruth
Organic Illusion [MetalWave] Invia una email a Organic Illusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Organic Illusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Organic Illusion

 

Luogo dell'Evento:
Anfiteatro Romano

 

Città:
Terni

 

Promoter:
Bipede Booking and Production srls [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bipede Booking and Production srls .
Ministero del Metallo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ministero del Metallo

 

Autore:
Wolverine»

 

Visualizzazioni:
2302

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: Ancient Dome: Foto della band Con una massiccia partecipazione ad di sopra di ogni aspettativa, si è svolta ieri a Terni la IV° edizione del “BRMF 04” presso l’anfiteatro Romano che ha già ospitato l’evento anche nelle sue scorse edizioni. Le bollenti temperature della conca ternana non hanno di certo fermato i metallers provenienti da più parti d’Italia soprattutto per vedere all’opera i “Big” della serata quest’anno rappresentati dagli svedesi Dark Tranquillity e dai nostrani Novembre. Decisamente ottima dicevamo tutta l’organizzazione che è stata prontamente in grado di soddisfare ogni e qualsivoglia richiesta dei presenti che soprattutto quelle un po’ più “particolari” da parte delle band che hanno varcato il palco. Agli ospiti svedesi hanno fatto da spalla in ordine di esibizione gli Oraganic Illusion, i BloodThruth, i Ternani S.R.L., i Sudden Death, e i Novembre. Tutte le band hanno sostanzialmente dimostrato le proprie capacità divertendo non poco i presenti con i loro brani e con le sonorità più o meno eccentriche; primi a salire sul palco sono stati gli:

ORGANIC ILLUSION - Hanno animato non poco i presenti con il loro Southern Death Thrash metal che hanno suonato dal vivo diversi brani soprattutto ripresi dalla recente uscita del loro nuovo disco “The Linear Chaos” ricordandoci per il loro stile alcune band quali Anthrax e Pantera. Decisamente ben eseguita la proposta ritmica di questa band considerando sia l’apparato delle percussioni, non troppo elaborato ma decisamente efficiente sotto il profilo esecutivo; il sound nella sua compattezza, forte anche di un’acustica dell’anfiteatro invidiabile a chiunque, è risultato nitido così come anche i riff proposti dalle chitarre incisivi e d’effetto sotto il profilo esecutivo al punto da generare non poche esultanze sotto palco. I sette brani proposti risultano eseguiti in definitiva e complessivamente con maestria e capacità.

BLOODTRUTH - Tempo di fare il cambio palco e subito si assiste ad un brutal death metal intenso quanto quasi esasperante considerando le ritmiche decisamente folli tutte eseguite con blast beat e doppia cassa; la parte cantata, in un growl massiccio e imponente, fa la sua buona figura così come anche le due chitarre che generano delle ritmiche e dei refrain veloci come fulmini che vanno ad unificarsi all’ottimo lavoro dietro le pelli; indubbiante il genere, non sottile per gli apparati uditivi di chiunque, risulta decisamente ottimale nell’esecuzione avvicinandosi a band quali Cattle Decapitation e Incantation; i sette brani, in parte ripresi anche dall’ultimo lavoro della band intitolato “Obedience”, si susseguono in maniera repentina aumentando sempre più di intensità, ed il sound, nuovamente aiutato nell’amplificazione dalla naturalezza dello stato dei luoghi, si rivela, sia per il genere suonato che per l’indiscussa capacità dei ragazzi, decisamente massiccio.

S.R.L. - E' poi la volta dei ternani S.R.L., band thrash death metal che non ha certo bisogno di presentazioni considerando l’oltre che ventennale attività musicale. Tra le file del quintetto anche il chitarrista dei Bloodtruth che ricopre il doppio ruolo in entrambe le band. Partono come schegge fomentando non poco i presenti con l’ormai cavallo di battaglia “La Sentenza” riempendo ulteriormente il sottopalco e facendo scuotere non poche teste. Segue una carrellata di sette incredibili brani tratti anche da lavori meno recenti che regalano emozioni oltre che una particolare quanto improvvisata danza sul palco da parte di una bimba che ha voluto accompagnare e intrattenersi con il suo papà nell’esibizione dietro le pelli sino alla fine del tempo stabilito. Ottimi i riff delle due chitarre, la ritmica di batteria decisamente professionistica oltre all’incredibile tocco alle corde del basso. Ottima anche la parte cantata che ha saputo ben trascinare i presenti dando prova di come si sta sul palco dia per divertire che divertirsi.

SUDDEN DEATH - Con i loro ben undici brani eseguiti, i romani Sudden Death non smentiscono le aspettative dei loro più accaniti fan desiderosi di ascoltare il brutal death metal di questi ragazzi. Ed infatti, dopo un intro la band si esibisce con i loro migliori pezzi tratti dal recente lavoro “Monolith of Sorrow” tra cui Blood wings, Re Animator, sino alla conclusiva Monolith of Sorrow. Anche in questo caso ritmiche furiose in doppia cassa ed andature sempre decise e tirate oltre alla più che scenica e ben fatta rappresentazione del cantante con il suo cavernoso intenso e potente growl, mai distaccatosi dalla propria particolare indole, hanno fomentato non poco i presenti che a poco a poco aumentavano sempre di più anche in considerazione del fatto che i Big si stavano avvicinando. Sotto il profilo esecutivo la band di tanto in tanto concedeva alcune, seppur frammentarie melodie che si alternavano in maniera minimale con l’inteso brutal suonato decisamente ai limiti delle possibilità.

NOVEMBRE - Dopo l’uscita del loro recentissimo lavoro “Ursa” che ha ottenuto ovunque degli incredibili elogi, varcano il palco la band death gothic doom dei romani Novembre presentandoci quasi interamente il loro disco ma allo stesso tempo proponendo brani tratti anche dalla loro lunga carriera; ovviamente la temperatura sotto il palco aumenta ulteriormente sia per la presenza sia per lo splendido sound proposto decisamente melodico alternando sonorità più o meno aggressive che non fanno mai perdere la concentrazione e donando alle liriche una ammirevole fluidità. Artisticamente la band ha una preparazione invidiabile sia per la capacità indiscussa degli artisti sia per l’ottimo sound capeggiato da un clean incredibile che spesso va a tramutarsi in scream dando prova delle possibilità decisamente ottimali della parte cantata. I brani, come sopra accennato, si alternano in maniera elastica e la band a colpi di mano esalta la numerosa folla presente tra un brano e l’altro che viene travolta costantemente dalla magia del sound. Ritmiche decisamente moderate ma a tratti qualche bella cavalcata death segnano in definitiva un’ottima esibizione che decreta la presenza di una così importante band ad un festival come i BRMF che di anno in anno cresce sempre di più.

DARK TRANQUILLITY - Dopo una mezz’oretta di pausa tanto per consentire il cambio palco, prendono corpo e compaiono come per magia tutti insieme fomentati da una folla decisamente in delirio gli svedesi Dark Tranquillity accompagnati anche dal gioco di luci con quell’effetto un po’ tenebroso che ha reso l’entrata sul palco nel migliore dei modi. Il death metal melodico proposto dalla band prende subito corpo sia per l’ottima preparazione della band sia per i contesti sonori d’effetto creati dal synth. Incredibile l’energia e la spettacolarità offerta dalla band aumenta smisuratamente anche nel momento in cui il cantante Mikael Stanne impugna la bandiera della madre patria Svezia tenendola stretta al cuore. L’esperienza e la spettacolarità emergono tra un brano e l’altro aumentando il fomento e l’esaltazione dei presenti che nel frattempo hanno praticamente riempito in toto l’anfiteatro. Ritmiche moderate ma pur sempre grintose, melodie, riff partizioni e quant’altro fanno di ogni brano un ottimo esempio di musica senza mai lasciare nulla per scontato ed offrendo costantemente forti emozioni. Le melodie, spesso con il supporto del synth, divengono più oscure tanto per ricordarci che questa band ama anche particolari atmosfere dai tratti un po’ più tenebrosi pur sempre conservando quel sound pregno di distorti sempre compatti e potenti che fanno la differenza. Concluso il concerto la band si è lasciata andare scattando qualche foto con i suoi più fedeli fan.

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Wolverine Articolo letto 2302 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports