Extrema

Data dell'Evento:
13.10.2007

 

Band:
Extrema [MetalWave] Invia una email a Extrema [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Extrema [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Extrema [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Extrema

 

Luogo dell'Evento:
Urban Club

 

Città:
S.Andrea delle Fratte (PG)

 

Promoter:
Urban Club [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Urban Club

 

Autore:
Cynicalsphere»

 

Visualizzazioni:
1917

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: Nessuna Descrizione Se è vero che la storia la fanno grandi nomi e personaggi leggendari, sicuramente anche quella dell'heavy-metal italiano è contrassegnata dai suoi illustri rappresentanti. Di questo patrimonio storico forse ce ne stiamo accorgendo soltanto oggi, in un momento in cui sono davvero tante le band in circolazione. Non tutti però sanno che i ragazzi che oggi imbracciano uno strumento e montano su un palco devono molto ad un manipolo di gruppi sorti nella nostra penisola vent'anni prima del loro, antesignani di un movimento che, se prima poteva rammentare fra le sue fila compagini che sì e no si contavano sulle dita di una mano, oggi vede moltiplicato esponenzialmente il suo numero. Alcuni di questi predecessori si sono purtroppo persi nel vuoto, altri continuano imperterriti il loro cammino, fregandosene di mode, sfortune e tempi che avanzano. E fra questi ultimi, ce ne sono alcuni che, radunati sotto lo stesso tetto, ancora infiammano i nostri stage con l'entusiasmo di un gruppetto di ventenni qualsiasi e con un'energia a dir poco dirompente. Uno di questi nomi porta un marchio che per tanti è divenuto un sinonimo di garanzia: Extrema. E non a caso se ne parla come uno dei più degni ed illustri portabandiera del metal di casa nostra.
Arrivati quest'anno a celebrare un importante traguardo come il ventennale di carriera, condito dall'uscita del dvd antologico "Murder Tunes & Broken Bones" e del live album "Raisin' Hell With Friends – Live at Rolling Stone", lo storico quartetto meneghino, per dare ulteriore spolvero al suo invidiabile risultato e per supportare al meglio queste ultime uscite, ha intrapreso un lungo tour che nell'arco della stagione lo porterà nei maggiori club d'Italia. Una delle prime tappe è stata l'Urban Club, nuovo locale sorto alla periferia di Perugia. E dato che Metal Wave risponde sempre "presente!" all'appello quando eventi del genere passano per l'Umbria, non potevamo non presenziare. A dirla tutta, per l'occasione abbiamo proprio fatto il pieno, riuscendo prima a fare quattro chiacchiere con Tommy Massara e Gianluca Perotti prima del concerto (e per questo vi rimandiamo all'intervista che trovate sempre sulle nostre pagine) ed in seguito a curare il report che ora state leggendo. Let's talk about it...
A Perugia c'era grande attesa per la calata degli Extrema, vuoi perché il metal difficilmente trova spazio da queste parti, vuoi perché in Umbria di nomi altisonanti ne passano davvero pochi. Perciò l'occasione di godersi un bel concerto non è sfuggita ai tanti metal kids della zona, che in serata hanno raggiunto il club umbro a centinaia. Và pure detto che un’ulteriore attrazione dell'evento erano le telecamere di Rock TV, pronte ad immortalare le gesta del four-piece lombardo e a radunare intorno ai loro box i tanti seguaci della TV satellitare. Un bell'antipasto prima dell'attrazione principale.
Arriva la mezzanotte ed acclamati insistentemente dalla folla, che nel frattempo aveva assiepato l'Urban in ogni suo angolo, fanno finalmente ingresso sul palco gli Extrema, pronti a scatenare il loro consueto "fottuto massacro collettivo". E che massacro! Già dalle battute iniziali si capisce che non sarà una serata adatta ai deboli di cuore: l'incalzante incedere di Paolo Crimi alla batteria faceva sobbalzare così tanto i subwoofer, che in molti fra le prime file si chiedevano se non stesse passando un terremoto! Per fortuna non si stava abbattendo nessuna calamità naturale, ma la sensazione di trovarsi di fronte ad una corazzata era effettivamente reale. Al di là di intemperie tecniche, è chiaro che gli Extrema volessero dare un segnale ai presenti di che pasta sono ancora fatti. Ed esser partiti come un treno in corsa, piazzando subito in scaletta due devastanti assi nella manica come "New World Disorder" e "Second Coming", era un più che evidente segnale dell'eccellente stato di forma della band. Non una sbavatura, sezione ritmica precisa al millimetro, con il già citato Crimi a dettare ritmi vorticosi e Mattia Bigi a seguirlo con il suo ispiratissimo groove. Non da meno è il riffing tellurico di Tommy Massara, le cui cavalcate scatenano i più irrefrenabili headbanging fra il pubblico. E più in forma che mai è sembrato Gianluca "Gielle" Perotti, autentico mattatore delle folle e singer dal grande carisma. Insomma, la band c'è (per dirla alla Guido Meda) e si nota in più d'occasione.
Fieri e potenti come non mai, gli Extrema per quasi due ore infiammano l'atmosfera riproponendo estratti delle loro recenti fatiche in studio ("Set The World On Fire" e "Better Mad Than Dead"), insieme a vecchi brani del loro repertorio, accontentando così sia fans dell'ultim'ora, sia seguaci della vecchia guardia. Capita così di poter ascoltare nuove hit come "Six, Six, Six..." e "Generation" fra una superba "Displaced", con Tommy e Mattia assolutamente in vena durante l'intermezzo dei soli, ed una "Confusion" perfettamente eseguita. Ma è a metà scaletta che si raggiungono i picchi più alti dello show, con la calata del trittico "Lawyers Inc.", "Child O' Bogaoow" e "Road Pirates" direttamente dal leggendario "Tension At The Seams", a cui fa da corollario la jump-song "All Around", sulla quale Gielle invita in più d'un occasione il pubblico a cantare con lui. Inutile descrivere la risposta della folla sotto lo stage, così entusiasta da convincere lo stesso Tommy Massara a venir a registrare all'Urban il prossimo live-album degli Extrema. Sarà davvero così? Lo sapremo solo vivendo...
Non c'è tempo nemmeno per una pausa, che si continua subito sulle note delle più recenti "Nature" (forse la track più easy-listening dell'intero repertorio) e "Set The World On Fire", antipasto di un finale di concerto che di lì a poco avrebbe messo a soqquadro anche interi muraglioni. Ovvio che sia rimasto tutto in piedi, ma poco c'è mancato che non arrivasse un tornado. Del resto quando i pezzi si chiamano "Money Talks", "This Toy", "Wannabe" e "Join Hands" c'è poco da star fermi ed un simile poker d'assi merita solo il pogo più sfrenato possibile. Una cosa però è inspiegabile: è risaputo che tanto vigore può provare negli animi e nel corpo, ma chi se lo sarebbe mai aspettato che un bizzarro tipo tra la folla, dopo tanto macello, prendesse letteralmente di mano il microfono dal povero Gielle e cominciasse a gridare per alcuni buoni minuti la parola "NOVALIUM"? Non potremo mai sapere se questa sia stata una diretta conseguenza del pogo o dell'alcool (cosa più probabile), ma una cosa è certa: da Sabato 13 Ottobre quella parola è diventata di diritto il tormentone dell'Autunno, contagiando perfino gli stessi Extrema, che nel frattempo se la ridevano di gusto sul palco. E sull'onda di tanta ilarità, i quattro ragazzotti milanesi regalano ai presenti l'ultima carta da giocare, a conclusione di uno show praticamente perfetto: quella "Ace Of Spades" tanto cara a Ian "Lemmy" Kilmister e soci. Alla fine gli applausi sono più che meritati.
In definitiva, cos'altro dover dire su una band che dopo vent'anni sa ancora il fatto suo e suona con un'energia ed entusiasmo pari a pochi altri pari età in circolazione? Solo augurarci di non dover aspettare tempi biblici per poterli rivedere in azione. Perché se tutte le volte che li rincroceremo suoneranno come questa sera a Perugia, ci sarà di che star contenti. Noi vi aspettiamo, intanto preparateci ad un altro "fottuto massacro collettivo"!


Set-list

New World Disorder
Second Coming
Displaced
Confusion
Generation
Six, Six, Six Is Like Sex, Sex, Sex
Dude
Lawyers Inc.
Child O' Boogaow
Road Pirates
All Around
Nature
Set The World On Fire
Secrets 'N Lies
Money Talks
This Toy
Wannabe
Join Hands
Ace Of Spades (Motorhead Cover)

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Cynicalsphere Articolo letto 1917 volte.

 

Articoli Correlati

News