Intervista Flash: Torzo

Immagine di Torzo Torzo è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Ciao a tutti, i Torzo, sono stati iniziati da Matteo Petracco alla chitarra e Fabio Brambilla al basso nel 2013. Dopo diversi avvicendamenti alla batteria dal 2016 la formazione è stabile con il batterista sardo, Luca Mancosu ai tamburi. Siamo musicisti 30/40enni, Luca Mancosu suonava nei Rollercoaster, garage punk band che pubblicò 2 album nel 1999 e nel 2000. Fabio Brambilla canta con gli Scandalosi Pleasures(punk rock'n'roll) che pubblicarono un album nel 2007 tramite la lodigiana RebelKid Music e nel 2012 cantò e suonò il basso con gli Osselico(hard rock italiano) nell'omonimo album edito con la supervisione del noto giornalista musicale Gianni Della Cioppa, per l'etichetta veronese,Andromeda Relix. Matteo Petracco è un insegnante di chitarra, ma ci conosciamo da sempre dato che già da minorenni frequentavamo la scena live milanese del Leoncavallo di via Leoncavallo, addirittura, tornando indietro nel tempo.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Le influenze musicali principali andrebbero dal Detroit rock sound anni 70(Ted Nugent, Alice Cooper, Kiss) al proto-punk (Mc5 - Johnny Thunders and the Heartbreakers) allo stoner desert rock e fuzz rock più recente (Brant Bjork & co.)

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Il nostro ultimo lavoro è un EP di soli 3 pezzi, ed è anche il nostro primo lavoro. L'ep dal titolo "Troppe Bugie" è composto da la title track Troppe Bugie, un hard blues, cantato in italiano(per tutto l'ep e per tutta la nostra produzione originale si è optato per ,l'italico idioma ,cercando di preservare un minimo di originalità e biodiversità della proposta musicale). Direi che in Troppe Bugie la voce ricordi vagamente Glenn Hughes nel ritornello, ma anche qualcosa dei Melvins, mentre lo shuffle di batteria sembra sia il tipico ritmo alla Brant Bjork. Il pezzo Sfruttamento Lesbo, invece è un pezzo più rock 70 vagamente alla Ted Nugent, con assolo alla Mc5 e finale ripetitivo alla Ac/Dc. Il terzo pezzo dal titolo Nella Notte è leggermente più proto-punk dei precedenti per via del rullante battente e sembrerebbe dotato di maggiore dinamismo ma in realtà tutti e 3 i brani sono stati suonati con metronomo a 162bpm.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Mah, riteniamo che il nostro scopo, non sia tanto farci notare per originalità, ma piuttosto puntiamo sul good time rock'n'roll.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

il panorama underground nazionale, è ricco di talenti, e ci sono tante band che ci piacciono davvero molto, tra i nostri preferiti ci sono i LosFuocos(hi energy rnr) ma anche i Necrodeath(chi non li conosce???). Forse dieci anni fa c'era piu pubblico ai concerti minori o underground, ultimamente vedo grandi sold out per i nomi piu famosi tipo WhiteSnake ma 30 persone per vedere 4 band locali underground nei posti piu piccoli tipo il Blue Rose saloon di Bresso o il TheOne di Cassano d'adda.

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Per ora siamo agli inizi, e da cancellare non avremmo nulla, da ricordare invece tutte le esibizioni live, circa una decina, e speriamo di incrementare a breve.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Il veicolo internet è stato ed è una cosa positiva, si conoscono piu band e girano piu idee, e questo aiuta anche per pubblicizzare gli eventi perchè alla fine quello che interessa a noi sono le serate live di musica suonata e sudata su un palco.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

di solito acquisto cd o vinili originali, circa 2 al mese, ovviamente ascolto molti live nei pub milanesi, e spesso ascolto i demo e i cd delle band minori che incontriamo in giro. Inoltre grazie a facebook, youtube e bandcamp, riusciamo ad ascoltare ogni giorno decine di brani tra vecchie glorie anni 70 e novità fresche di giornata di ogni genere, dalla minimal techno al death metal dei Cadaveric Crematorium per dire...

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

vorremmo pubblicare una manciata di album, e fare dei tour brevi ma intensi, perchè siamo padri di famiglia e ci piace stare anche al parco a far giocare i bambini..ahaha

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Rock'n'Roll will never Die...Rock On!

Intervista di Jerico Articolo letto 869 volte.

 


Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.