Intervista: Savior from Anger

Nessuna Descrizione Dopo la recente uscita del loro nuovissimo lavoro intitolato “Temple of Judgment”, abbiamo incontrato Mark Ryal dei Savior from Anger a cui abbiamo rivolto un paio di domande per conoscere un po’ meglio questa band e per sapere qualche piccolo segreto sul loro nuovo disco;

 

Ciao Mark abbiamo recentemente ascoltato il vostro ultimissimo lavoro “Temple of Judgment” che ha ricevuto numerosi elogi da parte della critica considerandolo probabilmente il vostro migliore lavoro. Cosa è cambiato e quali sono state le principali innovazioni su questo lavoro rispetto ai precedenti;

Dopo " Age of Decadence " , il nostro lavoro precedente del 2013, ho avuto diversi problemi con la line up, problemi che mi avevano portato alla decisione di occuparmi anche del basso e delle voci sul precedente album. Successivamente decisi di sostituire i musicisti e chiudere un capitolo della band per iniziarne un altro. Compositivamente credo che Temple of Judgment sia il disco più melodico dei Savior from Anger, meno thrash e meno speed dei precedenti, arricchito di influenze heavy metal classiche ed epiche, era mia intenzione scrivere brani sullo stile dello US metal senza altre contaminazioni.

Il Power Metal fa parte del vostro DNA secondo voi sotto il profilo tecnologico ed elettronico cosa maggiormente influenza questo genere oggi rispetto al passato;

Anche una band old style come noi si e' dovuta adattare con il tempo alle nuove tecnologie. Sicuramente l'ausilio di apparecchiature all'avanguardia hanno permesso di ottenere risultati notevoli rispetto al passato, poi e' un fatto personale se lasciare qualche errore di interpretazione qua e la nel disco oppure ottenere la perfezione assoluta, oggi si può. Noi però preferiamo mantenere quest'attitudine vecchio stile, sul disco qualche piccola imperfezione umana la sentirai, ma personalmente ritengo sia più sanguigno, rispetto ad una macchinetta che ti quantizza ogni colpo.

Parlateci del sound di questo disco che personalmente ho ritenuto molto potente anche sotto il profilo ritmico; che tipo di strumentazione usate sia durate la fase di registrazione che nel corso dei live; è sempre la stessa o cambiate qualcosa?

Stilisticamente i Savior from Anger soon una USA power meta band, ti faccio questa specifica, perchè lo US power metal rispetto al power di casa nostra o europeo non fa molto uso di tastiere, in questo modo l'impatto sonoro e' più diretto e potente. Inoltre nei nostri lavori ci trovi anche influenze hard rock, blues e ballate, io uso chitarre Jackson e Ibanez, testate e casse Marshall, finale Brunetti ed effetti vari tra cui Rocktron, Alligator e Decimator.

Cosa è successo all’interno della vostra line up dall’uscita di “Lost in The Darkness” ad oggi; i cambiamenti effettuati credi che andassero fatti prima oppure….meglio tardi che mai?

Da Lost in the Darkness sono cambiate tante cose, ma tutte le esperienze negative fanno crescere, quindi non rinnego nulla, era un percorso e degli errori da fare per migliorare. Amo tutti gli albumesdei Savior from Anger realizzati fino ad oggi e ringrazio tutte le persone che mi hanno aiutato a realizzarli, tra cui anche i musicisti che poi ho licenziato, era opportuno fare alcune esperienze negative per capire la direzione da prendere e progredire.

Il vostro nuovo lavoro è uscito sotto un’importante etichetta come la Pure Steel Record, come vi siete trovati rispetto anche alla produzione del precedente lavoro;

Pure Steel records e' ulna grossa etichetta rispetto alle vecchie labels che abbiamo avuto in passato, quindi ovviamente ci sono stati tanti vantaggi sotto tutti i punti di vista, dalla distribuzione, alla produzione, alla promozione. Il disco sta avendo molta visibilità e i contatti dell'etichetta sono di rilievo.

Parliamo un po’ della collaborazione di Bob Mitchell su questo album e del suo ruolo nella registrazione delle parti cantate; come è nato il rapporto con questa guest star;

Bob Mitchell non presenzia sul disco come ospite ma come vero e proprio membro della band, fui io stesso a specificargli questo dettaglio quando lo contattai. Conoscevo Bob da tempo come amico e come fama di ex Attacker, Sleepy Hollow e Alchemy X vocalist. Chattavamo spesso e nel 2014 gli feci la proposta di diventare il vocalist dei Savior from Anger e lui accettò. Da lì a breve registrai un demo casalingo e gli spedii i brani con le parti vocali cantate da me. Nell' Agosto dello stesso anno registrammo il disco ufficiale e Bob registrò in America le parti di voce, abbiamo lavorato tramite Internet per inviare tutti i file al batterista in Germania, Michael si e' occupato anche del missaggio e della masterizzazione.

Sotto il profilo personale quali sono state le vostre principali influenze musicali e quali sono gli artisti che secondo voi sono migliori nella scena Power Metal sia nazionali che ovviamente internazionali;

Personalmente adoro bands come: Riot, Metal Church, Vicious Rumors e Savatage, nell'ambito italiano ascolto Labyrinth, Rhapsody of Fire, Vision Divine, DGM etc…, internazionali mi piacciono i Primal Fear, Edguy, Sonata Arctica, Symphony X etc…. qualcuno sicuramente l'ho dimenticato. LOL

Cosa c’è che non va in Italia rispetto agli stati europei e continentali nel settore musicale soprattutto in relazione al Metal e quale potrebbe essere la causa principale di questo;

Mi dispiace dirlo ma credo che ci siano troppi imbroglioni, troppa gente che vuole speculare e alla fine ha rovinato la scena. Parlo del PAY TO PLAY, tutte le forme di costrizione per suonare in eventi di spessore come: organizzare un pullman, comprarsi i biglietti, mettere a disposizione il proprio backline e altre schifezze del genere. Gavetta si! Ma sfruttamento no! Non per scoraggiarti ma anche all'estero le cose sono cambiate, molte bands grosse ti confermeranno questa cosa.

Prendendo in mano il vostro disco non si può fare a meno che contemplare l’ottima art cover ma allo stesso tempo di nutrire un certo timore per l’aggressività di quel leone che è pronto a sbranare chiunque; ma quali sono in realtà le intenzioni di quel felino e cosa vuole rappresentarci in verità;

Non vogliamo sbranare nessuno tranquilli! Siamo musicisti attempati, con qualche capello in bianco in più che vogliono suonare , comporre e divertirsi. Mi piaceva semplicemente il leone come animale, lo trovo d'impatto visivo e anche per il merchandise, l'idea del portone con il leone al centro mi entusiasmava.

Che tipo di suggerimenti sentireste di dare ai più giovani che ancora sognano di fare le rock star e che di solito dopo un primo full lenght abbandonano i loro sogni per una realtà che non può offrire più le garanzie del passato;

Suonare e divertirsi, questo e' il consiglio che mi sento di dare. Nel music business sono cambiate tante cose, la scena emergente soffre l'indifferenza delle persone, i dischi non vengono acquistati e di conseguenza le case discografiche fanno una grossa selezione delle bands da inserire nei propri rooster. Se non trovate un contratto, non vi scoraggiate intanto suonate e divertitevi, non smettete mai di sognare, e anche se dopo molti anni le cose non sono andate come speravate, tutto il sudore, le chiacchierate e le birre bevute con gli amici in sala prove rimarranno ricordi indelebili della vostra vita che nessuno cancellerà.

Cosa ti emoziona particolarmente quando sei sul palco e ti esibisci di fronte ad un vasto pubblico e quale tipo di messaggio vuoi trasmettere a chi ti sta seguendo sognando magari un giorno di poter stare al tuo posto.

La soddisfazione più grande credo sia quella di ammirare un pubblico che canta le tue canzoni o grida il nome della tua band, ma la dimensione live e' affascinante per ogni suo aspetto, foto, interviste, autografi, sentire l'adrenalina mentre ti esibisci etc… Bisogna crederci sempre, i sogni si avverano, volere e potere!

Quali sono i prossimi appuntamenti che vedranno i Savior from Anger impegnati anche fuori nazione?

Stiamo pianificando un tour americano e alcune date anche in Europa, e vogliamo che tutto sia perfetto, quindi stiamo curando tutti i dettagli.
Grazie mille per l'intervista e del supporto.
Mark Ryal - Savior from Anger

Altre Immagini

 

Intervista di Wolverine Articolo letto 1727 volte.

 


Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.