Intervista Flash: With All The Rage

Immagine di With All The Rage With All The Rage è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Beh, tante band validissime ma poca possibilità di farsi le ossa On The Road, che alla fine è proprio quello che conta.

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

La cosa, indubbiamente, più bella è ricordare tutto di un percorso nella sua interezza e saper sorridere anche degli aspetti non totalmente positivi.rnFatta questa doverosa premessa, certamente le esperienze fatte all'estero, Inghilterra, Ungheria, Romania e Serbia sono, sicuramente, state molto formative e positive in termini di riscontri e conoscenze preziose.rnDi Negativo forse c'è il fatto che in Italia non si riesce a veicolare in maniera massiccia il proprio messaggio artistico, complice anche un sistema semichiuso e fortemente centralizzato della gestione della scena metal!

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Ormai tutte le scene, anche quella mainstream, sono inflazionate da una miriade di validissimi artisti.rnNon si può pensare l'arte in termini di necessità di presentare un prodotto che si debba per forza far notare, perchè si andrebbe ad alterare la purezza e la spontaneità di ciò che produci.rnNoi siamo noi, gli altri non siamo noi. Siamo persone diverse con storie diverse, con un bagaglio di ascolti ed esperienze mentali e di vita diverse, quindi, di conseguenza, raccontiamo realtà differenti.

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Sicuramente si tratta di un lavoro più complesso del primo, molto più curato, forse meno diretto, ma senza dubbio più maturo ed articolato.rnE' un album in non abbiamo lasciato nulla al caso,non per niente è stato inciso e prodotto da noi nella sua totalità. rnE' un album che ci ha messo alla prova sotto tutti i punti di vista, una grande palestra in termini di esperienza e acquisizione di consapevolezza dei propri mezzi.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Tutti, da sempre, ascoltiamo i generi più disparati, dal thrash e death degli anni '80 e '90 passando per la musica classica, fusion ed elettronica.rnLe band che sicuramente sono un ascolto comune per tutti sono Pantera e Lamb Of God, ma è difficile per noi dire con esattezza cosa ci ha influenzato di più, in realtà ogni cosa si ascolti influenza in maniera diversa ogni membro della band.

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Dopo tanti anni di esperienze individuali in diversi progetti, nel 2010, nasce la band, inizialmente con il nome di Stinkfist, con il quale viene autoprodotto un demo, "A Good Day To Die", nome che viene sostituito presto da quello attuale, With All The Rage,che più rappresenta la nostra musica e il nostro carattere.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

In termini di promozione ottimo, è stata una vera e propria rivoluzione copernicana.rnDall'altra parte, invece, si è persa via via sempre più la magia e tutto è diventato un pò troppo immediato e passeggero.rnIl vero problema in realtà, non è internet, ma l'uso che se ne fa di questa enorme ed immensa risorsa.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Ogni membro della band ha un modo diverso di affrontare la cosa.rnC'è chi continua ad acquistarli a scatola chiusa e ne compra tanti perchè il primo ascolto deve essere dal disco, c'è chi, invece, date le possibilità di internet, prima ascolta sui canali a disposizione (youtube, spotify, ecc...) e poi se interessato procede all'acquisto.rnGrossomodo comunque tutti acquistiamo dischi originali, chi più chi meno, è sempre bello, oltretutto, avere il disco originale della tua band preferita.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Bella domanda...sicuramente suonare live il più possibile, conoscere gente nuova, entrare in contatto con realtà e culture diverse, crescere sempre più a livello musicale e umano, sia singolarmente che come band.

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Intanto vorremmo ringraziare voi di MetalWave per lo spazio concessoci, a chi sta leggendo vogliamo dire di non esitare a contattarci per qualsiasi informazione o per organizzare qualche live anche in collaborazione con altre band, abbiamo il nostro sito internet ma potete contattarci anche sui social, se volete dare un ascolto ai nostri lavori passate dai canali di streaming come spotify, e a breve dovremmo pubblicare un nuovo videoclip estratto da "CHAINED", il nostro ultimo disco, sul nostro canale YouTube. Ringraziamo sempre tutti per l'attenzione dataci STAY METAL, STAY W.A.T,R.

Intervista di Jerico Articolo letto 867 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.