Intervista Flash: Ivory Times

Immagine di Ivory Times Ivory Times è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Il nostro progetto è nato a fine 2013 dall'unione compositiva tra me (Il Cinque) e Phil Bertone. Provenienti da due diversissimi background abbiamo dato vita ad un nostro sound del tutto originale. Nel settembre 2014 abbiamo pubblicato il nostro primo album "Saturated Souls" composto da 10 tracce caratterizzate da parecchie influenze che vanno dal country rock al metal passando per hard rock, post grunge ecc.. Ad inizio 2015 abbiamo analizzato a fondo il sound del nostro primo lavoro ed abbiamo deciso di metterci subito al lavoro per la composizione di un nuovo album dal sound più identificativo per noi, due singoli "Ready to fight" pubblicato ad Aprile e "Prejudice" pubblicato a Settembre hanno anticipato il cambio deciso di sound e l'uscita del nuovo album "Suicide World" prevista per il 25 Novembre.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Hard Rock,Grunge,Metal,Progressive Metal,Blues

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Cogliamo l'occasione per commentare il nostro nuovo lavoro in uscita per fine novembre, sarà una raccolta chiamata "Suicide World" composta da 11 tracce di cui 9 inedite e 2 rimasterizzate dal primo album. L'album non ha un vero e proprio concept, ma c'è una coerenza in tutte le tracce riguardante racconti e sensazioni dettate dalle attuali condizioni di vita secondo noi in continuo peggioramento per colpa dell'autolesionismo generato incoscientemente da ogni singolo individuo giorno per giorno. Il sound è molto accattivante e riconducibile ad una branchia a metà tra il rock e il metal, l'uso di accordature aperte e tempi irregolari creano uno stile del tutto nuovo e curioso.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Assolutamente non crediamo di poter dire qualcosa in più, ma forse qualcosa di diverso si. La strana combinazione derivante dalla fusione dei nostri diversissimi background, unita alla totale libertà per ognuno di noi di esprimere le proprie linee compositive senza badare al fatto che stiano per forza in un determinato range di appartenenza creano un risultato del tutto personale che nemmeno noi sappiamo identificare con una similitudine verso generi o altri gruppi.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

E' assolutamente validissimo, avrebbe solo bisogno di avere più sbocchi e possibilità sia a livello discografico che live.

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Inizialmente quando abbiam deciso di provare a comporre brani, ci siamo persi qualche mese di lavoro ed entusiasmo per colpa di una sbagliata collaborazione con un terzo personaggio che non era motivato e convinto del progetto come noi e questo ha rischiato di farci smettere ancor prima di iniziare diciamo, questo sicuramente lo cancelleremmo. Cose positive da ricordare ce ne sono moltissime, forse l'emozione della prima volta in cui ci siamo ritrovati a depositare i brani in siae sarà quella di cui ci ricorderemo sempre.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Importantissimo, la facilità con cui si può far arrivare la propria musica a paesi lontanissimi ed in tempo reale avere un feedback ed uno scambio di idee è impressionante. Il nostro primo lavoro è stato sicuramente più valutato ed ascoltato all'estero, ce lo dicono le statistiche you tube,itunes,amazon dove ascolti,visualizzazioni e vendite sono superiori in America che in Italia.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Dipende da che artisti escono, di sicuro quando escono i nuovi lavori dei nostri artisti preferiti compriamo il loro cd, per il resto su web tramite soprattutto you tube cerchiamo giornalmente nuove band della scena underground mondiale.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Ci piacerebbe raggiungere una buona dimensione, che ci assicuri una continua attività live italiana ma ancor di più estera

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Crediamo di aver creato qualcosa di nuovo e inedito, che possa piacere o no speriamo che in più gente possibile ci possa essere la curiosità di valutarci sia dal punto di vista musicale che di contenuti testuali. Grazie a tutti e benvenuti in questi tempi d'avorio !!

Intervista di Jerico Articolo letto 937 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.