Intervista Flash: The Big Jazz Duo

Immagine di The Big Jazz Duo The Big Jazz Duo è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Alcio ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Siamo abbastanza giovani, tutti tra i 20 e i 21 anni, eppure già dal 2011 militiamo nell'underground della nostra provincia e di tutta la regione. Abbiamo iniziato quest'esperienza proponendoci come neonata band Metalcore/easycore dal nome "Screaming Venezia". Avevamo iniziato ad attirare a noi una discreta porzione di pubblico nella nostra città, soprattutto giovani leve, ascoltatori che dovevano ancora formarsi musicalmente. Proprio per questo, suonare nei pub della nostra zona ha contribuito a farci diventare un poco più noti di quanto ci aspettassimo. In tutta sincerità, la nostra esperienza nell'underground è tutt'ora in via di svolgimento!

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Dovremmo prendere in analisi ogni singolo membro della band per poter dare una risposta dettagliata e completamente corretta. Ci proponiamo di far ascoltare al pubblico un Death Metal "core" abbastanza sperimentale ed originale, il più possibile privo di influenze e "scopiazzature". Ma è inevitabile confessare che gruppi come All Shall Perish, Oceano, The Crimson Armada e Parkway Drive abbiano influenzato il nostro approccio con la musica. Solo per citarne alcuni!

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Siamo già conosciuti come "arroganti" nei social network, quindi non è affatto difficile rispondere. Troviamo che il nostro EP sia un componimento, ad oggi, di grandissima importanza per noi. Ci troviamo completamente soddisfatti della produzione e della cura che abbiamo riservato ad ogni singola Track e siamo sicuri che, buttato nella confusione della scena Metal mondiale, possa essere molto competitivo.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

La cosa più soddisfacente del nostro Ep è appunto il non poter dire, da parte nostra perlomeno, che "sembra" qualcos'altro. Non somiglia, non ricorda, non riporta a componimenti di altre band. Qualora fosse un lavoro già sentito e risentito ovviamente sarà il pubblico a farcelo notare. Per ora, siamo sicuri di aver composto in maniera originale.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Il Panorama "underground" italiano forse non può neanche esser chiamato in questa maniera.rnVediamo semplicemente tantissime band, come noi, spingersi l'un l'altra per cercare di trovare il giusto spazio e, chi lo sa, un trampolino di lancio verso il successo. Tuttavia, volendo muovere una critica verso il nostro Paese, negli ultimi 6 anni abbiamo assistito ad un incremento "Core-grafico" fuori dal normale e forse fuori dall'accettabile. Se prima in Italia non v'erano così tante band Metalcore o Deathcore, oggi se ne trovano numeri spropositati per ogni regione e città. E' forse un po' azzardato parlare di "Moda" ma in una situazione come questa risulta difficile affermare con tranquillità che a tutti piaccia fare questa musica.rnSiamo spesso abbagliati dal sogno americano, un classico, e vediamo in questo genere la strada per la ricchezza. Oppure un ottimo metodo per rimorchiare. Triste come cosa, vero?

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Non possiamo mentire, abbiamo avuto anche noi show flop in due anni di Live. Suonare in giro non è per niente facile e spesso ci si ritrova ad esibirsi davanti alle proprie ragazze o ai propri amici..un pubblico caloroso, ma un po' scarno, ecco.rnTuttavia noi siamo dell'idea che cancellare un'esperienza negativa sia un comportamento abbastanza inutile, come se fuggissimo da un problema. Ci proponiamo sempre di imparare dai nostri errori o dalle situazioni a noi sfavorevoli, proprio per "fare esperienza". Così da essere sempre preparati a date con migliaia di persone o date a cui partecipano solo quattro gatti.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Il Web è oggi il miglior mezzo di comunicazione ed informazione, anche in ambito musicale. Chiunque abbia voglia di sentire la musica che preferisce può farlo comodamente seduto su una sedia. E' indubbiamente un'arma a doppio taglio, proprio per questa ragione. In pochi oggi muovono le loro gambe per partecipare ai Live show delle loro città perchè "Tanto quel gruppo l'ho già sentito su facebook". Gli organizzatori ce la mettono tutta, creano eventi, li spammano sui social network e sui forum ma è la gente che, sostanzialmente, dovrebbe cambiare mentalità.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Ahi Ahi Ahi..che domanda difficile e antipatica!rnAbbastanza. Ma se dobbiamo essere completamente sinceri, noi preferiamo comprare CD (e generalmente merchandise) dei gruppi che sentiamo Live o che ci accompagnano nelle nostre serate. Questo perché purtroppo ascoltiamo le band "grosse" sul Web.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Continuare a suonare, spostarsi il più possibile in Europa e non, raggiungere un livello molto competitivo nel panorama Mondiale. Easy, no?rnrn

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Attento a quel che dici! Non vorresti sentirci "liberi di esperimerci"..rnNiente di Speciale. Vorremmo solo dire alla gente che ama la musica di ascoltarne il più possibile e di fare delle proprie passioni qualcosa di concreto.rnSe amate la musica, fate musica.

Intervista di Alcio Articolo letto 1571 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.