Intervista Flash: Clamor Silvae

Immagine di Clamor Silvae Clamor Silvae è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Alcio ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Salve! Bè, il nostro percorso è iniziato quattro anni fà all'incirca..avevamo già chiaro quello che volevamo fare ma trovare musicisti a Bari interessate al Folk Metal non è stato facile. Numerosi cambi di line-up non ci hanno permesso di fare molti live però ogni volta che siam saliti sul palco ci siamo e abbiamo fatto divertire, questo oltre la nostra passione ci ha aiutato ad andare avanti.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

In primis i Folkstone, direi che ascoltarli è stato un colpo. D'improvviso è nato l'amore per il Folk e va avanti da molti anni ormai. Altre italiane che amiamo sono i Furor Gallico, Folk Metal Jacket, ODR, Gotland, Wolfingar per citarne alcune. Apprezziamo ovviamente molto anche i big stranieri, soprattutto Arkona e Kopiklaani.

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

La nostra prima demo, Terra Nostra. Personalmente amo molto il primo brano, Il Canto del Vento, rappresenta secondo me la nostra nuova via e la linea su cui stiamo componendo i nuovi brani. For the Honor e Clamor Silvae sono comunque dei pezzi a cui siamo legati perchè rappresentano il nostro inizio.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Credo semplicemente che noi Clamor Silvae abbiamo la nostra impronta decisa che piaccia o meno.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Stanno crescendo delle band che non hanno niente da invidiare ai big stranieri, sono molto fiducioso e faccio il tifo per gli Italiani che suonano col cuore!

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Abbiamo attraversato momenti terribili, siamo arrivati al punto di mollare alcune volte. Però abbiamo resistito e non ci pentiamo di nulla, siamo quello che siamo grazie a tutto quello che abbiamo vissuto. I momenti migliori sono stati assolutamente quelli in cui eravamo sul palco, in particolare non dimenticherò mai il nostro live con i Draugr.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

A mio parere ha il suo impatto.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Più che altro si tende a comprare direttamente dai banchetti dei live ogni volta che si può. Per quanto riguarda gli ascolti direi, senza tregua!

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Non abbiamo grossi progetti, per ora stiamo continuando a comporre altri brani ora che abbiamo trovato la nostra "strada".

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Vi ringrazio molto per il tempo e lo spazio che ci avete dedicato e che dedicate al mondo dell'underground. Detto questo ci si vede presto con nuovi pezzi e nuovi live a brevissimo!

Intervista di Alcio Articolo letto 851 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.