Intervista: T-Mule

Nessuna Descrizione Poche volte mi sono trovato di fronte a band che mi hanno piacevolmente colpito al primo ascolto... ovviamente mi fa ancora più piacere questa reazione se i gruppi in questione provengono dal nostro bel paese dove però, come spesso accade, la gente valida non viene riconosciuta e supportata. I T-Mule arrivano da Padova e con questo primo loro lavoro entrano ufficilamente nel panorama musicale italiano.

 

Ciao ragazzi e benvenuti su METALWAVE. È un piacere avervi qua. Parlateci del vostro debut album “As It Is”, cosa volete trasmettere?

Semplicemente noi stessi. Dopo numerosi cambi di direzione finalmente, a 3 anni di distanza dal primo demo, siamo in grado di poter fare il punto della situazione. Questo album è la testimonianza di un percorso e di un punto di arrivo. Come testimonia la copertina: una strada e il suo punto di arrivo. Così com’è.

Quali pensate siano le maggiori influenze? A quali gruppi vi siete ispirati nella stesura delle canzoni del disco? Ovviamente solo ispirati perché noto che comunque avete personalizzato molto il vostro sound...

Ci fa piacere che la personalità sia stata colta, vuol dire che la fatica non è stata vana! Rispetto al 2009 siamo meno legati alle nostre origini (Pantera per il cantato e Slayer nel riffing) e siamo orientati di più verso una “sperimentazione”. A noi piace giocare con i nostri riff, provare ad accostare fra di loro atmosfere diverse. Per scrivere quest’album ci siamo dimenticati volutamente chi siamo, per sfuggire al concetto di “etichette” e “genere”… e tutti hanno riversato le loro idee nel pentolone! Contate che da noi ognuno ascolta settori del metal molto diversi fra loro. Sicuramente la matrice thrash metal è dominante, ma trovo difficile dire quale gruppo abbia maggiormente ispirato i nostri pezzi, poiché non esiste un’unica risposta!

Quale pensate sia il vostro punto forte?

Decidere tutti insieme. Da noi non esiste il concetto di “maggioranza” ma solo quello di “unanimità”. Questo implica, a volte, tempi di decisione più lunghi, ma siamo sempre molto compatti.

Come avviene la stesura dei brani? Ognuno ha un “compito” o è dalla mente di uno di voi che nasce un pezzo e gli altri cercano di mettere del loro? C’è un vero e proprio affiatamento tra di voi? Per i testi?

Da due anni a questa parte scriviamo solo in sala prove. Di solito tutto parte da un riff che qualche ha scritto e da lì insieme si contribuisce. Come dicevamo prima, siamo in 5 e tutti e 5 abbiamo gusti diversi, quindi a seconda della situazione è più o meno fondamentale che si lasci spazio alle idee di tutti poiché c’è sempre qualcosa di bello e inaspettato da provare. Per farvi un esempio, subito dopo la stampa dell’album, abbiamo concluso un pezzo che è una mezza ballata dove si sentono sia delle atmosfere molto stile Metallica e altre stile Iced Earth. Non sappiamo nemmeno come abbiamo fatto a comporre una cosa del genere, ma vi giuriamo che è stupenda.

Siete nati ormai 7 anni fa quasi, come mai avete atteso così tanto per pubblicare un disco? Problemi legati principalmente alla line up? Parlateci un po’ della vostra storia e di come è nato il vostro nome oltre che al sottotitolo “il mulo ti fa il culo”...

Il progetto è nato nell’autunno del 2006 e ne abbiamo vissute di cotte e di crude. Il nostro percorso ci ha portato a delle scelte (passare da due cantanti a un cantante) e a delle attese forzate (prima la mancanza del bassista e poi quella del batterista). I tempi per la pubblicazione di un album si sono letteralmente espansi poiché fino al 2009 la line up non è mai stata stabile. Dopo l’uscita del demo è stato deciso che era di cambiare ed evolverci verso un nuovo sound, un sound che fosse più “nostro” e più personale.
Il nome T-Mule è nato per caso. Abbiamo voluto evitare di darci nomi super cattivi e banali e abbiamo scelto qualcosa di più moderno e simpatico che rappresentasse il nostro lato simpatico. Forse sono concetti poco metal ma se si ascolta l’album, direi che i fatti parlano chiaro no?
Il mulo, inoltre, è il nostro simbolo. La strenua resistenza contro le avversità…proseguire sempre, nonostante il peso sulle spalle. E per questo il mulo ti fa sempre il culo ;)

Come vi muovete all’interno del mondo underground italiano? Riuscite ad avere serate e ad emergere? Come vedete la scena metal ed underground italiana?

Abbiamo un ottimo rompi scatole nella nostra squadra: Teo! Quindi sì, ci muoviamo assillando band e locali…verificate Facebook per le date del tour!

Cosa cambiereste voi di tutto questo scenario? Una cosa solo, quella che ritenete più importante

I club

Che progetti avete adesso?

Aumentare le date! Abbiamo avuto già il piacere di essere convocati ad un festival molto bello in luglio, ma abbiamo perso la possibilità di fare date fuori dal veneto e ora vogliamo recuperare!

Cosa pensate dei gruppi che girano i paesi dell’est pagando per suonare con grandi nomi? Il Pay to Play lo trovate positivo o preferite il normale “live-sharing” tra band?

Per noi è semplice: soldi non ce ne sono. Quindi noi dove suoniamo è perché ce lo meritiamo, nel nostro piccolo. Ognuno è libero di fare quello che vuole per carità, ma non pagheremo mai per avere uno slot da qualche parte

Una data che ricordate con piacere? Il pubblico come si comporta ai vostri live?

L’ultima: release party, 30 novembre 2012, Abano Terme. C’era un clima di felicità, coinvolgimento e affetto impressionante. Il pubblico finalmente impara le canzoni e con noi canta!

Bene ragazzi, abbiamo finito. L’ultima parola spetta a voi, date consigli, ringraziate qualcuno in particolare...fate quello che volete! Salutateci solo come i T-Mule sanno fare, ma evitate per ora di romperci il culo!

ITALIANI! La pazienza è la virtù dei forti? Ve lo diciamo noi: SI! Siamo tornati, non perdete l’occasione di ascoltare i nostri brani su Facebook o di vederci live…e per chi passa una birra insieme! Il mulo vi fa il culo

Altre Immagini

 

Intervista di Vincent Articolo letto 1529 volte.

 


Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.