Intervista: Strana Officina

Nessuna Descrizione Dopo un live act di fuoco in quel di Rossiglione (GE) al Metal Valley, Bud della Strana Officina ci ha concesso una simpatica chiacchierata nel cambio set tra i Belphegor ed i Deicide. Buona lettura!

 

Innanzitutto benvenuto su Metal Wave! Inizio chiedendoti se dopo vent’anni senza comporre un album inediti ci sono state difficoltà a ritornare sullo stile della vecchia Strana Officina e come siamo arrivati dopo tutto questo tempo al primo full lenght da quello storico “Rock ‘N’ Roll Prisoners” del 1989.

Bud :: Per quanto mi riguarda no, anche perché dopo quel maledetto incidente che ci ha portato via Fabio e Roberto continuammo a suonare con la formazione che hai visto stasera, però Dario e Rolando erano dei ragazzini e chiaramente dopo l’entusiasmo iniziale presero un’altra strada e fecero un altro gruppo (i Cappanera). A quel punto creai un gruppo mio con alcuni componenti dei Sabotage, gruppo storico anche loro degli anni ’80, mio fratello alla batteria, Marcello Masi al basso che era sul primo disco della Strana Officina. Così mettemmo su questa Bud Tribe che all’inizio non doveva essere un seguito della Strana, infatti facevamo tutti pezzi nostri, però dopo un po’ i ragazzi ai concerti iniziarono a chiedermi di riproporre dal vivo i pezzi della Strana Officina, perché erano pezzi storici ed era un peccato non sentirli più. Così cominciammo ad inserire in scaletta i classici della Strana, fino a che non ricevemmo la chiamata al Gods Of Metal nel 2006, dove non abbiamo avuto nessun ripensamento, anche se ci eravamo persi di vista, perché la musica della Strana Officina doveva continuare a vivere nei nuovi e nei vecchi fans.

Avete qualcosa di nuovo in cantiere?

Bud :: Per ora no, infatti a novembre prenderemo una pausa di riflessione. Dovevamo uscire con un libro ma ora si è fermato tutto; è un peccato perché volevamo vendere questo libro con un cd contenente dei brani inediti, ma purtroppo per il momento questa cosa non si fa, forse in futuro.

Al momento potete meritatamente vivere di musica o avete un secondo lavoro?

Bud :: No assolutamente! Per quanto riguarda Dario e Rolando lavorano nella musica, Rolando ha diversi gruppi con cui suona ed ha una scuola di batteria, mentre Enzo continua sempre a lavorare nel campo del vecchio lavoro.

Batte sempre il martello?

Bud :: Si batte sempre il martello! A me purtroppo l’hanno levato, perché sono in mobilità dato che la mia ditta ha fallito.

Anche tu come Enzo eri fabbro, giusto?

Bud :: Si, ho lavorato gli ultimi 15 anni in una ditta che faceva macchinari per concerie. Negli anni ’70, primi anni ’80 eravamo leader mondiali nel settore, poi purtroppo questa crisi maledetta ci ha assassinato, ma per fortuna c’è la musica.

E’ possibile che Dario lo abbia visto come roadie?

Bud :: Si, è tanti anni che fa il backliner con Vasco Rossi ed altri grandi musicisti!

Parlando di Bud Tribe come procedono i lavori?

Bud :: A fine anno entreremo in sala di registrazione per fare il terzo album, anch’esso sulla stessa linea di “Roll The Bones”, anche se sarà difficile ripetersi dato che “Roll the Bones” secondo me è davvero un bell’album !

E’ stato infatti accolto molto bene da critica e fans, se non sbaglio!

Bud :: Si esatto c’è stato un grande responso da parte dei ragazzi e della critica, addirittura certe webzine lo hanno considerato album dell’anno del 2009, quindi per me è stata una grossissima soddisfazione!

Ho saputo che hai anche un nuovo progetto, gli Ancillotti. Hai qualche progetto imminente con loro?

Bud :: Abbiamo fatto diversi concerti, di cui di recente uno molto bello al Motorock di Cremona come supporto ad Uli Jon Roth, l’ex chitarrista degli Scorpions ed anche con loro abbiamo in cantiere un cd di inediti.

A quando l’uscita?

Bud :: Prima dovrebbe uscire quello della Bud Tribe e a ruota dovrebbe seguire quello degli Ancillotti, se tutto va bene!

Ottimo! Ci parleresti di come è nato il progetto "Ancillotti"?

Bud :: Questa band l’abbiamo fondata io, mio fratello e mio figlio, che suona la batteria, con Ciano degli Listeria, che in alcune date ha sostituito Dario nella Strana Officina. L’abbiamo fondata in onore di nostro padre, che oggi ha la veneranda età di quasi 90 anni ed è ancora il nostro più grande fan che ci esorta sempre ad andare avanti e non mollare mai, un grande esempio per tutti noi!

Abbiamo finito, ti ringrazio veramente tanto per la cortesia e la disponibilità e lascio a te la chiusura con un messaggio ai fan ed ai lettori di Metalwave.

Bud :: Io ringrazio te. Non smetteremo mai di ringraziarvi per il supporto e l’affetto che ci avete dato in tutti questi anni e che ancora ci continuate a dare. Tutte le volte che suoniamo è sempre una cosa emozionante per voi, e lo vedo nei vostri visi quando cantate le nostre canzoni, ma anche per noi perché, sarò un sentimentale, ma tutte le volte, specialmente quando cantiamo tutti insieme "Autostrada...", mi commuovo sempre. Un grazie a tutti e ci sentiamo presto!

Altre Immagini

 

Intervista di Theclairvoyant Articolo letto 2539 volte.

 


Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.