Intervista Flash: Nofuck

Nofuck è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Well, i Nofuck nascono nel '97 grazie a David Pennesi (chitarra) e Davide Poddesu (batteria), due amici che hanno in comune l'amore per il sano Thrash e decidono di formare la band. Dopo svariati cambi di Line Up, diversi live show infuocati e due demo rudimentali, la band arriva nel 2005 a registrare il primo vero demo (o almeno il primo la cui produzione è affidata ad uno studio professionale), "Syndrome", con Emilio Sonno al basso, ma senza l'apporto di un cantante, mandato via poco prima delle registrazioni. Le parti vocali sono state poi registrate da David e Davide. Proprio nel corso della promozione del cd, hanno conosciuto me (Daniele Cristiano) e dopo un paio di prove abbiamo deciso di continuare assieme. Abbiamo subito cominciato un attività Live frenetica, per poi registrare il nostro primo album, autoprodotto, "Existenzminimum" (il "minimo indispensabile per vivere") uscito in occasione dell'Extending the Flesh 2, nel quale abbiamo suonato con Sothis, Human Cluster, ed una band di psicopatici a piede libero: i Subliminal Cruhser.
La concomitanza di problemi personali (buoni e meno) han fatto sì che quello fosse poi il nostro ultimo show: la band si è infatti sciolta, tornando dopo un anno esatto con uno spettacolare concerto all'Ex Mattatoio di Civitavecchia. Da lì, la strada che porterà al nostro secondo album, "Walls of Flesh", è tutta in discesa.

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Come generi direi essenzialmente il Thrash degli anni '90, l'Old School Death Metal e l'Hardcore newyorkese. Come bands, quelle in assoluto seminali per il nostro sound sono senza dubbio Pantera, Fear Factory e Life of Agony, con qualche tocco psicotico à la Meshuggah. Da quando sono poi entrato io alla voce, possono essere trovati anche richiami di Sepultura (in fondo Max Cavalera è il vocalist a cui io m'ispiro maggiormente) o anche qualcosa più marcatamente Death, specie nei growl in stile Malevolent Creation.
Il nuovo album avrà un sound che virerà maggiormente sulla componente Death.

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Come già detto poco sopra, "Existenzminimum" è uscito nel marzo 2007. Otto pezzi di thrashcore sparato quasi del tutto a mille con momenti (secondo la critica) esaltanti come la veloce "In Hail" o il nostro singolo "Shattered Dreams" (fra pcoo sarà disponibile il videoclip ad opera del giovane regista Carlo Lorenti, al quale ha partecipato Lara Basso, quarta a Miss Italia nel 2001), ed altri più riflessivi come nella title-track o in "Why Me?". Comunque sia, il disco è composto da quattro pezzi vecchi riarrangiati con me alla voce e da quattro pezzi nuovi di zecca.

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Ma guarda, in fondo in fondo siamo solo l'ennesimo gruppo che suona Thrash anni '90, quindi solo l'ennesimo gruppo che si rifà a quel che hanno insegnato Pantera, Machine Head o Fear Factory.
Una cosa di totalmente diverso dal resto è però il concept affrontato in ogni nostra produzione. Già dal monicker autoironico si evince che i nostri pezzi vertono tutti sui problemi relazionali fra uomo e donna, amori non corrisposti o fugaci, gelosia, morbosità.

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Beh io scrivo per diverse webzine: di una ne sono addirittura il direttore.. e un'altra per cui scrivo ha come capo un signore con pochi capelli del centr'Italia e che ha come iniziali M.W. (la 'zine...). Tutto questo preambolo per dire che vivo l'Underground nazionale, respiro il nostro sottosuolo. E lasciatemelo dire: la nostra scena è una delle più vive e incazzate che ci siano. Non sto qui a fare nomi, ne sarebbero troppi da menzionare, ma ci tengo a dire che molti di questi nostri gruppi farebbero tranquillamente mangiare m***a a gruppi europei e non molto più blasonati.

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Da cancellare certamente l'anno di stop, ma purtroppo ci sono stati avvenimenti che ci hanno indotto senza prossibilità di scelta a questo.
Da ricordare.. beh qui posso parlare giusto per i due ultimi anni, in cui ci son stato anche io. I tanti Live, l'amicizia stretta con tanti gruppi, la partecipazione all'Underworld Fest.. Ma sopratutto, io come credo anche gli altri, ricorderò finchè campo il concerto della nostra Reunion: è stato a dir poco emoziononante vedere l'Ex Mattatoio riempito di gente per vedere i Nofuck che tornavano in vita.

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Internet è ormai indispensabile. Social Network come MySpace e Facebook sono un veicolo incommensurabile per promuovere e far conoscere la tua band in tutto il mondo. Idem dicasi con le webzine indipendenti come la vostra o la mia o le tantissime altre che ci sono in giro.
L'importante è, però, non abusarne, che si rischia di scoprire il rovescio della medaglia (e non intendo il gruppo Prog Rock degli anni '70)

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Anche qui posso rispondere per me... Fino a poco tempo fa ero un collezionista incallito! Specie per quanto riguarda il Death/Brutal/Grind che per il Black prendevo cd, vinili o tape a iosa. Per quanto riguarda invece gruppi più famosi, non mi vergogno a dire che prima scarico, ascolto e se lo reputo buono compro. Altrimenti il tutto viene cestinato e amen.

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Beh pensiamo un passo alla volta. Adesso c'è da preparare "Walls of Flesh", sperando di trovare un'etichetta ch ci supporti (dopo 11 anni di autoproduzioni...!). Poi concerti, concerti e ancora concerti!
Sperando che prima o poi capiti l'occasione d'oro di suonare di supporto a qualche nome altisonante

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Un saluto a tutti quelli che ci supportano, ai lettori di questa webzine (mi raccomando: leggete le recensioni di quel collaboratore che si firma L*** L******!!) ed allo staff di MW. Per info, news, insulti, varie ed eventuali, visitate il nostro sito (http://www.nofuck.it) o il nostro myspace (http://www.myspace.com/nofuckthrash).
E non mancate ai nostri concerti: saranno sempre più infuocati!
Grind on

Intervista di Jerico Articolo letto 690 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.