Intervista Flash: Viscera

Viscera è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Innanzitutto salutiamo e ringraziamo...
Siamo nati nel tardo 2000 con il nome di Chaosphere e chiarissime intenzioni brutal-death.
Dopo un paio d'anni di gestazione e di iniziazione ai live incidiamo le demo tapes "Entrails Defecation" (2003) e "Manifestaciòn de Execrable Violencia" (2004) col nuovo monicker VISCERA.
Grazie a questi due lavori il nostro nome inizia a circolare, riuscendo a procurarci partecipazioni a serate d'eccezione (festival e date con bands di lusso) e anche ad attirare l'attenzione di qualche label.
Infatti nel 2006 l'etichetta russa Soulflesh Collector inserisce i cinque pezzi di "Manifestaciòn de..." in un 6way split intitolato "Killing by the Sound".
Dopodichè giungiamo al 2007, dove, per motivi legali, siamo costretti a modificare leggermente il nostro nome da VISCERA a VISCERA///, per pubblicare nel giro di tre mesi due nuovi dischi: lo split
"Self Human Combustion vs Viscera///" per Hypershape Records e il nostro primo full lenght "Cyclops" per Apocalypse Now!!! Music/Soulflesh Collector.
Per concludere, possiamo affermare che le costanti di questi primi sette anni e mezzo di VISCERA/// siano senz'altro il numero incalcolabile sia di live perfomances che di cambi di line-up...credo sia tutto.

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Mmmmh...domandona! E' difficile dirlo data l'immane quantità di spunti che conta il nostro background...sicuramente dai Godflesh; dal death-grind di bands del calibro di Carcass e Napalm Death su tutti; da gruppi stoner/doom/sludge come Crowbar, Cathedral, Electric Wizard o i più classici Kyuss; in generale dalla new wave "post" di Neurosis, Isis, Jesu, Cult of Luna, Pelican, ma anche Sunn 0))), Boris, Khanate ecc...; per non parlare degli anni '70 dei King Crimson. dei Van der Graaf Generator, dei Pink Floyd e gli anni '80 dei Sonic Youth, ma anche del crust dei Doom, degli Extreme Noise Terror...Insomma, crediamo di aver dato l'idea...

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

...Effettivamente si corre il rischio di eccedere sia in superbia che in modestia...comunque, il più oggettivamente possibile, ti diremo che siamo soddisfatti sia dello split che di "Cyclops";
scusa se parliamo di entrambi, ma vista la poca distanza cronologica tra i due e l'imprescindibilità che li lega, ci sembra il minimo. In effetti il primo sembra essere l'anticamera del secondo, una transizione obbligatoria ancora parzialmente legata allo stile precedente, necessaria per raggiungere la realtà più consapevole, a nostro avviso, di "Cyclops" appunto.

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Come prima ti risponderemo andandoci sempre "coi piedi di piombo"...noi speriamo continuamente di riuscire a proporre qualcosa di nuovo e particolare, ma senza nessuna pretesa o velleità da superband. Semplicemente siamo i primi ad essere veramente stufi di sentire roba trita e ritrita o peggio malscopiazzata da ogni dove e fatta passare per new sensation dell'anno o incredibile fenomeno rivoluzionario...nel nostro piccolo tentiamo di fare qualcosa per migliorare la situazione, impegnandoci a non assomigliare palesemente a qualcun'altro e non cavalcando la scia del momento in maniera opportunista, tutto qua.

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Ovviamente non si può generalizzare. C'è chi sfrutta e chi aiuta...non siamo niente di più o niente di meno rispetto agli altri paesi. Basta fare un po' di selezione e fare amicizia solo con quelli che lavorano seriamente, al di fuori di ogni moda e di ogni atteggiamento discriminante tra genere e genere, insomma, quelli che capiscono almeno che ricalcare un qualsiasi personaggio stereotipato non è altro che controproducente se non ridicolo. L'unica vera e propria pecca della scena underground italiana è incredibilmente il pubblico: manca il supporto, e succede spesso di suonare davanti a cinque persone perché "c'era la nebbia", "non ho soldi", "ero fuori con la tipa" e via discorrendo. Di certo questo non è lo spirito giusto...e poi si lamentano che "non c'è mai niente in giro"...

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Il ricordo più brutto è legato alla data di spalla agli Aborted a Brescia nel 2005...all'epoca eravamo in due (mikeB. e g.c.) con una drum machine in sostituzione del nostro batterista appena uscito dal gruppo. Vuoi per l'occasione prestigiosa, vuoi che era il nostro primo live in due (in tutto, con quella scarna formazione, abbiamo suonato quattro volte) dopo mesi di stop, vuoi che i suoni non erano il massimo...insomma, ammettiamo candidamente di aver fatto una figuraccia, e il pubblico non ha fatto niente per nascondercelo, giustamente.
I ricordi più piacevoli riportano sempre a concerti con grandi nomi, ma con esiti ben diversi; indimenticabile fu la nostra prima data coi Cripple Bastards a Carpaneto Piacentino nel 2003, coi Dismember a Pavia nel 2005 e, più recentemente, con gli intramontabili Raw Power, nel dicembre 2007.

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Internet è un'arma a doppio taglio. Dà la possibilità di reperire un'enorme quantità di materiale e informazioni come e quando si vuole, e questo è buono; ma, nello stesso tempo, questa abbuffata di cultura musicale
può causare molta confusione nel processo "educativo", appunto a causa della mole e della velocità con cui il messaggio viene fruito. Per fare un esempio, dieci anni fa un quindicenne cominciava a risparmiare i soldi nonappena gli giungeva all'orecchio la data di uscita del nuovo disco dei Cannibal Corpse (per citare un big a caso...). Appena comprato, ascoltava quasi solo quello per mesi. Quel disco non lo scorderà mai più. Oggi bastano venti minuti per scaricare gratuitamente non un album, ma l'intera discografia dei Cannibal Corpse. Ci siamo capiti, no?

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

In entrambi i casi il più possibile, ovviamente. L'unico limite sono appunto i soldi...se un mese ne possiamo acquistare dieci, ok...magari il mese dopo non c'è materia prima e si salta. D'altronde siamo studenti...

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Prima di tutto sopravvivere, poi si verdrà!

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Grazie per lo spazio e ne approfitto per ricordare a tutti i lettori che sono disponibili i nostri ultimi lavori ai seguenti indirizzi:

VISCERA///: http://www.viscera.it - myspace.com/detestatio
HYPERSHAPE RECORDS: myspace.com/hypershaperecords
SOULFLESH COLLECTOR: http://www.sfcollector.ru - myspace.com/sfcrecords
APOCALYPSE NOW!!! MUSIC: myspace.com/apocalypsenowmusic
distribution: http://www.ugstore.ru

Arrivederci a tutti...peace&psych

Intervista di Pax Articolo letto 667 volte.

 


Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.