Intervista Flash: Infernal Angels

Infernal Angels è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Stygian :: La band si è formata nel 2002 con una line-up che poco rispecchia quella attuale. A causa di divergenze ideologiche ci sono stati molti cambi di formazione; di conseguenza anche il nostro lavoro è stato influenzato da queste decisioni: dapprima un black molto spoglio con “Absum Lucem”; poi il secondo demo “Vigilia Secunda”, con inserimenti death, ma orientati talvolta verso atmosfere gotiche. Il percorso della band è ancora colmo di ostacoli, non mancano i problemi di line-up che speriamo di poter risolvere al più presto.

XeS :: Penso che la miglior cosa per i lettori sia quella di andare sul nostro sito e cliccare la sezione bio dove troverà la storia della band.

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Stygian :: Per quanto mi riguarda non mi lascio influenzare molto dai gruppi che ascolto. Preferisco restare personale ed essere accusato di presunzione. Per quanto riguarda il genere, la nostra musica è solo il frutto di quello che viviamo in quel preciso momento. E’ black metal, ma poco classificabile, molto spazio alle melodie e alle atmosfere ma non ci priviamo delle classiche sfuriate proprie del black.

XeS :: Io non credo che per la nostra musica si possa trovare un’affinità completa con qualche altra band, ognuno di noi ha diverse influenze che vanno a convergere nelle nostre composizioni. Penso che il suono di “Shining Evil Light” sia accostabile al sound svedese di band come Dissection e Dawn in particolare, ma credo anche che il nostro modo di comporre sia molto ma molto personale quindi ben riconoscibile.

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Stygian :: “Shining Evil Light” è un black carico di atmosfere malate e più mature rispetto agli esordi ed è il primo lavoro che mi vede impegnato nel ruolo compositivo. Può ritenersi una sorta di concept poiché i brani sono collegati da un filo conduttore: l’esortazione ad incamminarsi verso la strada del male per conoscere il vero significato della vita e prendere coscienza delle sofferenze che essa ci riserva. Sono molto soddisfatto del risultato, sia dal punto di vista musicale che dal punto di vista della registrazione e spero di avere dal pubblico una risposta positiva.

XeS :: “Shining Evil Light” è un lavoro molto maturo e professionale, sia sul piano della produzione che sul paino prettamente compositivo e lirico. Musicalmente come ho già detto può essere accostato al black metal melodico svedese. Rispetto al passato il suono è molto più diretto e la melodia, che è sempre presente nel nostro sound, è espressa in modo più malato. Abbiamo eliminato le voci femminile che caratterizzavano “Vigilia Secunda” e le tastiere sono state usate solo per l’intro di “Dominus Silentii”. Avevamo voglia di suonare più malati e aggressivi e cosa fondamentale abbiamo dato sfogo a tutto l’odio che avevamo in corpo. Volevamo che le chitarre ricoprissero un ruolo primario e così è stato. Stygian ha svolto un ottimo lavoro al songwriting, ma la cosa che mi preme dire è che rispetto al passato, quando la composizione era in mano solo ad una persona che non accettava consigli, per “Shining Evil Light” tutti abbiamo partecipato alla stesura dei brani, certo la maggior parte del lavoro l’ha fatta Stygian ma ognuno di noi ha detto la sua su almeno un brano del cd.

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Stygian :: Dire qualcosa in più a quello che è stato già detto.. temo che possa essere difficile, e soprattutto non mi va di infangare il lavoro fatto dai grandi pionieri. Piuttosto quello che vogliamo fare è recitare il black a modo nostro, con le nostre ideologie, con le nostre metafore, con il nostro stile e dare la possibilità a chi ci ascolta di rispecchiarsi nella nostra musica.

XeS :: Penso che sia molto difficile creare qualcosa di nuovo nell’ambito estremo e personalmente non ho la presunzione di dire che la nostra musica sia innovativa o quant’altro. Quando componiamo non ci facciamo nessuna sega mentale, ma semplicemente cerchiamo di esprimere in musica quelle che sono le nostre sensazioni. Tutto quello che ci circonda nel bene e nel male va ad influire sulla nostra musica, in fondo la musica è una forma d’arte che serve ad esprimere le proprie emozioni ed è proprio quello che facciamo noi. Per questo dico che comunque noi manterremo sempre il nostro stile, perché ognuno vive differenti sensazioni e in modi diversi.

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Stygian :: Sono fiero di quello che sta venendo fuori dalle menti italiane… gruppi come Inchiuvatu, Spite Extreme Wing, Disguise, Darkshine, Frostmoon Eclipse, Valak e moltissimi altri… penso che il panorama italiano stia diventando molto valido da qualche anno e spero che in futuro si possano evitare ridicole rivalità fra bands. Solo supportandoci a vicenda possiamo crescere e contribuire a dare un certo valore al metal della nostra penisola.

XeS :: Il panorama italiano è pieno di band valide, oltre a quelle citate da Stygian io mi sento di citare band come Dolcinian, Seraphel, Fearbringer, Forgotten Tomb, Frangar, De profundis Clamavi, Tod, Cold Void, Lamentu, Athanor e tante altre che hanno grandissime potenzialità. Purtroppo in Italia siamo dannatamente esterofili e preferiamo supportare l’ennesima band proveniente dalla scandinavia invece che dare il giusto spazio alle band nostrane. Per non parlare poi delle rivalità che sorgono tra diverse band che non danno assolutamente credibilità alla scena ma che creano solamente effetti negativi. Speriamo che in futuro questa tendenza possa cambiare.

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Stygian :: Cancellerei qualche live poco riuscito a causa di fonici che dovrebbero cambiare mestiere, ed altre esibizioni poco professionali per colpa di qualche vecchio componente con scarso impegno. Ricordo invece con piacere un paio di live in particolare, a Scalea e Cirò Marina, in cui ho visto il pubblico agitare i tavoli e distruggere le transenne. Anche l’esperienza in studio per la registrazione del full è stata molto piacevole ed “educativa”.

XeS :: Nulla, non vorrei cancellare nulla, perché ogni esperienza, sia negativa che positiva, fa si che si accumuli maggior esperienza e maturità.

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Stygian e XeS :: Pensiamo sia il mezzo più immediato ed efficace per la promozione. Certamente la vera pubblicità è quella che ci si fa con i live, al diretto contatto con il pubblico, ma prima di tutto i gruppi vengono conosciuti leggendo recensioni su webzines, scambi di banners, e successivamente si passa magari a scaricare samples o altro materiale…

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Stygian :: Quando ho la possibilità, mi fa piacere acquistarli originali. Nell’ultimo periodo ne ascolto davvero molti.. una cinquantina al mese.

XeS :: Ascolto una miriade di gruppi e ho oltre mille e cinquecento cd originali, ma se dovessi comprare tutti i cd che ascolto avrei seri problemi a sopravvivere dato il costo elevato, quindi tendo ad acquistare solo quelli che riescono ad emozionarmi. Onestamente preferisco acquistare cd rari e di band underground e tralascio le uscite pluripubblicizzate, fatte alcune eccezioni.

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Stygian e XeS :: Beh, certamente trovare una stabilità all’interno della band. Con l’entrata del nuovo bassista Knell, sembra che i problemi di impegno e le divergenze ideologiche siano finiti. L’aspetto compositivo è sempre un punto interrogativo… è difficile sapere dove andremo… possiamo dire che i pezzi del prossimo cd, su cui siamo già al lavoro, sono notevolmente più violenti e malati e speriamo di poter continuare su questa strada, ma purtroppo questo non spetta a noi deciderlo, ma agli eventi esterni che condizionano le composizioni.

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Stygian e XeS :: Vogliamo ringraziare Metal Wave per lo spazio concessoci e speriamo di poter avere un riscontro positivo con il nostro nuovo album. Visitate il nostro sito http://www.infernalangels.com dal quale potete scaricare un brano tratto dal nostro ultimo lavoro. The war against light will go on forever…

Intervista di Jerico Articolo letto 948 volte.

 


Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.