Intervista Flash: Burning Black

Burning Black è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Il gruppo è nato nel 2003 per iniziativa di Gio (chitarra) e Max (voce) che, insoddisfatti dall'underground locale e stanchi di compromessi e contaminazioni, hanno deciso di formare un gruppo di heavy metal purissimo. Dopo i primi shows "di riscaldamento" e la sostituzione di alcuni membri, è stato registrato il "Demo 2005": un lavoro piuttosto grezzo ma grintoso, che ha dimostrato come un gruppo giovanissimo avesse davvero voglia di spaccare tutto! In seguito a esso abbiamo cominciato a farci un nome nell'ambiente, e quindi fra un concerto e l'altro abbiamo deciso di preparare un promo un po' più professionale...ma ci riteniamo ancora un gruppo agli inizi, c'è ancora molto lavoro da fare!

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Spesso durante i nostri shows veniamo accostati ad alcuni mostri sacri come Judas, Iron o Accept, ma noi cerchiamo di reinterpretare il tutto in chiave moderna (soprattutto a livello di suoni), anche perché le nostre influenze sono molteplici...giusto per fare qualche esempio, Max (voce) adora tutti i gruppi heavy/power americani, Gio (chitarra) preferisce invece la corrente british heavy metal, Mark (chitarra solista) è un thrasher, Ale (basso) viene dalla musica classica, Luca (batteria) addirittura dal punk!

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Ci proveremo! =) Il nostro ultimo lavoro, "Fight to dream", cerca di fotografare l'evoluzione della band nell'ultimo anno. Abbiamo cercato arrangiamenti un po' più complessi, affinato la tecnica, curato di più i cori, senza però abbandonare la grinta che caratterizzava i nostri primi pezzi...speriamo di esserci riusciti! Per questo promo abbiamo selezionato 3 tracce, una molto tirata ("Prisoner of steel"), un mid-tempo ("Life passengers"), e "Fight to dream", che era già presente nel precedente demo, per far sentire a chi già ci conosceva come il sound si è evoluto!

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Domanda più che lecita, specialmente nei nostri confronti! Hanno scritto di noi: "non dicono niente di nuovo rispetto a 20 anni di heavy metal"...è vero. Ma è davvero necessario "dire qualcosa di nuovo", in un genere ormai caratterizzato da irraggiungibili mostri sacri (alcuni in declino purtroppo), e spesso mediocri nuove leve? Noi vogliamo solo fare del nostro meglio, suonare ciò che ci piace, fare tanti concerti, e rimorchiare tante groupies!
Alla domanda se invece abbiamo qualcosa di diverso, invece ti rispondiamo di sì: la dedizione, la coerenza e la purezza in ciò che suoniamo...mettiamo sudore e passione nei nostri pezzi: il pubblico se ne accorge, e la critica finora ci ha premiati!

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Ale (basso): rispondo solo a nome mio. Mi dispiace fare il cattivo, ma a parte poche eccezioni l'underground italiano mi delude. A parte la gestione assolutamente demenziale di alcuni locali (della serie non suoni se non porti "X" persone, quando il locale già fa schifo, non fa pubblicità, non ha attrezzature, i gestori non sanno una mazza di musica ecc), non mi pare che i gruppi siano tanto meglio. Vedo tanta gente che non fa altro che lamentarsi che non ci sono le occasioni: ma allora, che ne direste di andarvele a cercare, o essere pronti a coglierle se arrivano? Che ne direste di esercitarvi col vostro strumento almeno un paio d'ore al giorno? Siete disposti a farvi una gavetta massacrante, a mollare lavoro, fidanzata, famiglia, x andare a suonare a centinaia di km da casa sottopagati e maltrattati? Fare musica non è un dovere. Si fa solo per passione, e una buona dose di masochismo...altrimenti trovatevi un lavoro e fatevi una famiglia, e vivrete più tranquilli.

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Fra gli avvenimenti positivi sicuramente ricordiamo l'ottima accoglienza (assolutamente inaspettata) riservata al nostro primo demo...nonché tutti i concerti. La nostra dimensione ideale è quella live, e lì che ci sentiamo davvero a nostro agio.
Eventi davvero brutti non ce ne sono stati, ma ci sono i soliti periodi in cui si perde un po' di fiducia nel futuro, in cui hai la sensazione di non concludere niente, ma bisogna solo avere fiducia e passione, sono insicurezze momentanee che poi passano!

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Ale (basso): geniale e sacrosanto. Sono stufo di comprare cd originali a prezzi criminali solo perché magari hanno il logo di un gruppo importante, che non fa un album decente da 15 anni...per non parlare dei soliti fenomeni da mtv che dopo 2 mesi spariscono. Internet promuove gli emergenti e punisce chi fa musica mediocre, perché se un cd è davvero bello, io lo compro lo stesso.
E dato che comunque di cd se ne vendono molti meno, i gruppi devono mantenersi coi concerti...e qui casca il palco. Se non sai suonare dal vivo, sei finito. Giustamente, direi!

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Ciascuno di noi ne acquista un paio al mese, ma ne ascoltiamo molti di più (ma mica perché ne scarichiamo tanti...esiste sempre il buon vecchio prestito!)...il più possibile anzi, non si può pretendere di fare buona musica se non ne ascolti tanta!

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Vorremmo poterci guardare indietro e dire: "Ok, abbiamo davvero fatto qualcosa di buono e questa strada valeva la pena di essere intrapresa!" Non importa poi in che modo questo possa accadere, ma sentirsi soddisfatti di se stessi e apprezzati dagli altri è il massimo in cui dei giovani aspiranti musicisti possano sperare!
Se poi ci scappa il tour coi Maiden ancora meglio eh... =)

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Grazie innanzitutto a Metal Wave per lo spazio che ci ha concesso, vi seguiamo assiduamente e siete sicuramente una delle migliori webzine sulla piazza!
Un saluto a tutte le persone che ci hanno dato una mano in questi due anni, amici, fans, famiglie, roadies e naturalmente groupies!
...e a tutti quelli che amano l'heavy metal, tenetevi pronti perché nei prossimi mesi saremo spesso in giro! Speriamo di vedervi numerosi e sentire il vostro supporto come e più di prima! A presto!

Intervista di Jerico Articolo letto 1020 volte.

 


Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.