Intervista Flash: Last Rites

Last Rites è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

I Last Rites nascono nel 1997 per mano mia e di Jan e, come la maggior parte delle band, proponevamo principalmente cover di gruppi power e thrash metal. Quindi abbiamo iniziato a comporre pezzi nostri. Durante questi anni abbiamo cambiato più volte line-up fino al 2002 quando sono entrati a far parte del gruppo Libu al basso e Laccio alla batteria. In quell'anno abbiamo registrato il nostro primo album "Mind Prison" distribuito da Hardebaran/Two Fat Men.

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Principalmente dal thrash della Bay Area anni '80 (Metallica, Megadeth, Slayer...), ma anche da gruppi più estremi come Cannibal Corpse, Death, Carcass, Arch Enemy...

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Hate è un album veloce, aggressivo e melodico al punto giusto. Siamo molto orgogliosi di quanto abbiamo fatto anche perchè Hate è il primo lavoro su cui lavoriamo tutti insieme ed è stato comcepito e registrato senza alcuna pretesa, senza strafare. Anche in studio non ci siamo persi ed abbiamo registrato e mixato il materiale in soli 3 giorni, in presa diretta senza ritocchi. solo la voce e gli assoli sono stati registrati separatamente. Volevamo che Hate riuscisse il più spontaneo possibile.

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Dai complimenti che spesso riceviamo dal vivo dopo i nostri concerti e dalle recensioni che ci hanno fatto penso che la nostra musica possa avere qualcosa da dire ma ripeto, non abbiamo nessuna pretesa. Non abbiamo nessun messagio da comunicare. La nostra è pura passione, vogliamo unicamente divertirci e fare divertire chi ci ascolta, cercando di farlo nei migliori dei modi e con pezzi all'altezza.

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

La scena italiana è da sempre ricca di validissime band soprattutto nell'underground. Peccato che siamo sempre stati penalizzati da un fattore culturale e cioè che in Italia non è mai stata accettata la musica Heavy Metal ed è ritenuta un genere di serie B e dal fatto che c'è troppa esterofilia e non crediamo abbastanza nei gruppi di casa nostra.

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Cancellare direi niente, da ricordare sicuramente sono alcuni concerti che erano delle vere e proprie feste. Sex, alcool and rock'n'roll! Da segnalare anche l'esperienza in studio di Hate, breve ma intensa.

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Ottimo. Da sempre noi mettiamo a disposizione dei navigatori i nostri pezzi online. Sul nostro sito http://www.last-rites.net potete trovare tutti i nostri demo ed alcuni pezzi di Mind Prison. Presto inseriremo anche qualche estratto da Hate. Internet ti permette di arrivare ovunque è un mezzo di comunicazione globale potentissimo. Naturalmente come in tutte le cose ha anche i suoi lati negativi, ma per quanto riguarda la promozione è veloce, economico ed ha una diffusione capillare.

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Ultimamente a causa dei prezzi e della scarsa qualità delle uscite non compro più molto, diciamo un paio di titoli al mese in media. Prima potevo arrivare anche ad acquistarne una decina.

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Suonare il più possibile, lavoro permettendo.

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Un grazie a voi per lo spazio concessoci, alla nostra etichetta, Akom Production (http://www.akomprod.com), che sta facendo tanto per promuoverci al meglio e a tutti quelli ce ci seguono dal vivo. Ci vediamo on the road.
THRASH 'TIL DEATH!

Intervista di Jerico Articolo letto 600 volte.

 


Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.