Intervista Flash: Phlegethon Animae

Phlegethon Animae è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Cesare:: Mi ero inscritto ad una scuola privata ed una mattina è entrato ANDREA! Poi sono andato ad un appuntamento in un bar che avevo con un gruppo ed ho incontrato MARCO! Mio fratello l'ho conosciuto dopo 5 anni dalla mia nascita! Abbiamo cominciato a inizio 2001 con un altro cantante, Nicola, con il quale abbiamo registrato il primo demo (Phlegethon Animae) nel 2002, in seguito sono diventato cantante io ed abbiamo registrato un CD di sole cover nel 2003, qualche concerto nella nostra zona (Bassa Reggiana) e poi questo ultimo lavoro (Chaos from abyss within)...

Andrea:: Già, è tutto iniziato quella mattina! Da li in poi sono arrivati gli altri ragazzi.

Marco :: Tutto è iniziato all'incirca 4 anni fa, dopo aver fatto per 2 anni cover dei Metallica sentimmo l'esigenza di fare pezzi nostri, sin dall'inizio la nostra espressività nelle composizioni delle song era indirizzata verso il death metal melodico e la linea della band venne fuori quasi subito.

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Cesare:: Ultimamente mi piace ascoltare Fusion come Allan Holdsworth o Shawn Lane... in un breve assolo in particolare del Demo si può riconoscere questo tipo di influenza...

Andrea :: E’ ovvio che il tipo di musica a cui l’ascoltatore va incontro in questo nostro ultimo lavoro è il death melodico e il metal in generale, che rimane tra i nostri generi preferiti, ma ci sono altri generi che apprezziamo e che possono aver influenzato il gruppo in maniera più o meno rilevante, come il progressive, il rock, il jazz. Stesso discorso vale per le bands che ascoltiamo. Ci succede di ascoltare di tutto ed è normale che, quando trovandoci a comporre canzoni capiti a volte di dover paragonare una nostra canzone a un gruppo decisamente più famoso.

Marco :: A parte il death un altro genere a cui abbiamo fatto riferimento è il prog metal, dovuto dal fatto ke ognuno di noi aveva un proprio bagaglio di gusti musicali differenti, e le bands a cui comunque ci siamo ispirati di più sono; In Flames, Dark Tranquillity ,Children of Bodom, e Death....

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Cesare :: Questo ultimo nostro demo è da considerare come un punto di arrivo per le esperienze musicali del nostro passato e come punto di partenza per le future, una specie di spartiacque! Le canzoni presenti sono pezzi che suoniamo ormai da anni e abbiamo preferito registrarle come erano state create senza intaccare la loro natura! Ovviamente è da tempo che stiamo preparando pezzi nuovi e ne abbiamo altri già pronti, avremmo potuto sconvolgere le canzoni di questo demo ma non abbiamo voluto farlo proprio perchè per noi sono belle cosi come sono, fanno parte del nostro passato e ad esse sono legati anche tanti ricordi! Direi che questo demo può e deve darci le motivazioni necessarie per continuare! il fatto di aver realizzato qualcosa dopo tanto lavoro è una base dalla quale partire! Voto personale 7

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Cesare :: Non credo che i nostri pezzi possano essere considerati originali, sarei presuntuoso se mi permettessi di dire il contrario! Sono tuttavia contento del fatto che nella recensione di Alessandro non siano presenti riferimenti significativi a determinati gruppi e questo lo considero in modo positivo! Oggi è molto difficile, anche se non impossibile, trovare qualcosa di originale ed innovativo senza fare uso di contaminazioni di vario tipo, a mio parere per creare qualcosa di originale che non sconvolga la base metal dalla quale tutti noi partiamo ed alla quale vogliamo rimanere legati si deve per forza passare per quello che è già stato suonato, diciamo che è un modo per imparare a comporre musica senza sconvolgere le proprie radici, se si lavora sodo un giorno i risultati si sentiranno, è un fatto di maturità artistica che va incrementata con il tempo e che non dipende ne dalla tecnica o dalla conoscenza teorica musicale ne tantomeno dall'età!

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Cesare :: Ho l'impressione che sia in continua espansione, nascono sempre più piccoli circoli o locali che fanno suonare anche metal, certamente dipende dalle zone ma credo che si stia andando nella giusta direzione, d'altrocanto esistono purtroppo ancora molti pregiudizi tra i vari generi musicali suonati, questo è un grosso problema, mi auguro che in futuro questa situazione possa cambiare.

Andrea :: La scena underground è stracolma di gruppi che, chi più chi meno, cercano di distinguersi facendo sacrifici e spendendo un sacco di energie trovandosi alla fine, il più delle volte, con molti demo fatti e nulla più. Purtroppo temo che questa situazione continuerà per molto tempo poiché nel nostro paese sono veramente poche le Persone pronte a dare fiducia a gruppi emergenti.

Marco :: Credo che negli ultimi anni le cose stiano un pò cambiando in italia, molti più ragazzi suonano e molte più bands si formano rispetto a 10 anni fa e di conseguenza anche la scena underground si sta via via sempre più espandendo, noto anche una certa collaborazione tra i gruppi musicali, sia per quanto riguarda la produzione e la ricerca di date in nuovi locali dove poter suonare e farsi conoscere, chi suona nell'ambiente underground è perfettamente consapevole di quanto bisogna "spaccarsi" x avere un minimo di punti di riferimento dove potersi appoggiare, penso che una mano tra i gruppi sia assolutamente una buona cosa!

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Cesare :: Ricorderò sicuramente le serate passate a 10 gradi sottozero in sala prove d'inverno e quelle a più 40 gradi d'estate, ma sopratutto le occasioni in cui alla fine di un concerto qualcuno che non conosci e che non hai mai visto viene a farti i complimenti perchè in quell'istante capisci che tutto il tuo lavoro è servito a qualcosa! Non cancellerei nulla, non ho mai litigato con nessuno dei ragazzi con i quali ho suonato anche in altre band, tutto quello che ho fatto mi è servito per maturare musicalmente!

Andrea :: Preferisco sempre ricordare gli avvenimenti positivi, anche perché personalmente di negativi o poco piacevoli non credo di averne mai passati e credo sia la stessa cosa anche per gli altri ragazzi. La cosa sicuramente piacevole e che ha dato molte soddisfazioni è di essere riusciti a dire qualcosa di nostro attraverso questo cd, esso rappresenta una crescita rispetto agli inizi e ce lo porteremo con noi sempre.

Marco :: A pensarci cancellerei tutte le giornate di lavoro che abbiamo dedicato x creare la nostra sala prove ideale, ma x fortuna abbiamo avuto Andrea, il creatore di finestre e porte! Abbiamo dovuto fermarlo altrimenti rischiavamo di essere murati vivi!

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Cesare :: Credo che sia la cosa migliore che abbia creato l'uomo in tutti questi anni passati su questo dannato pianeta!

Andrea :: Internet, un veicolo ottimo, ma allo stesso tempo dannato. Per noi gruppi underground è un mezzo perfetto per farci conoscere ma purtroppo per chi con la musica ci lavora e ci vive è sicuramente una piaga!

Marco :: Penso ke sia un ottimo mezzo di comunicazione e di informazione, sopratutto x le scene underground di qualsiasi campo, senza internet si farebbe sicuramente più fatica a farsi conoscere o addirittura a conoscere tutto quello ke riguarda il panorama underground musicale in italia.

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Cesare:: Personalmente devo dire che ascolto poca musica ultimamente, di conseguenza compro pochi CD e scarico anche poco da internet, anni fa compravo anche 4 o 5 CD al mese originali! Negli ultimi tempi mi sono soffermato più sullo studio della musica ed ho riscoperto le vecchie band anni 70' e 80', ascolto anche musica leggera italiana quando capita, credo che la bellezza della musica debba essere apprezzata sotto ogni suo punto di vista, è un bellissimo dono e va rispettata, molte volte mi capita di rispettare più la musica, considerandola come una entità ben definita ed indipendente, che il musicista che c'è dietro!

Andrea :: Dipende dalle uscite discografiche, a volte ne compro 3 altre volte 1 e a volte nessuno. Anche io come Cesare negli ultimi tempi sto ascoltando molta musica datata. Gruppi come Genesis, The Who, Janice Joplin, Frank Zappa sono entrati e stanno entrando nel mio bagaglio musicale conoscitivo. E’ gente tosta!

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Cesare :: Da grande? Non so gli altri ma io purtroppo non diventerò mai grande! Per adesso va bene cosi, domani vedremo.

Andrea :: Non sappiamo neanche cosa faremo il mese successivo!! A parte gli scherzi credo che al momento, senza avere determinate sicurezze come può essere un contratto discografico sia difficile porsi degli obiettivi a lungo termine. Sicuramente continueremo a suonare e a comporre sempre nuovi pezzi cercando di crescere ogni volta. La musica è la nostra più grande passione e faremo in modo di mantenerla tale.

Marco :: Considerando che la nostra passione è la musica so sicuramente quello che "non vogliamo fare" e cioè smettere di suonare, continueremo a creare nuove song per i prossimi demo e non sarebbe male se in futuro ci capitasse una buona produzione, ma come si dice.... chi vivrà vedrà.

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Cesare :: Senza la musica la vita sarebbe un vero problema... ma senza il Metal un vero inferno! Un saluto a tutti i lettori e grazie per l'intervista e per l'attenzione allo staff di metalwave! Saluti!

Andrea :: Un sincero ringraziamento ad Alessando e a Metalwave che ci ha dato la possibilità di farci un attimo conoscere ai metallers!! OSS!

Marco :: Chi in passato a dichiarato che il metal stava per morire mi sa che ha preso un granchio!

Intervista di Painkiller Articolo letto 217 volte.

 


Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.