Intervista Flash: Galvornhathol

Immagine di Galvornhathol Galvornhathol è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Grazie per questa occasione. Sono molto felice di essere qui! Il mio viaggio in realtà è iniziato con Galvornhathol, il mio primo progetto, quando ho iniziato a prendere in mano la chitarra. Entravo e uscivo dalla musica, dalle band e dall'arte audiovisiva in generale per quasi 15 anni, prima che il primo album stesse per finire. Non mi sono fermato dal consumare dischi e non ho intenzione di farlo, te lo assicuro! La musica è sempre stata un rifugio per la mia testa grande e stupida. Non ho quasi mai fatto parte di nessuna scena. La musica continua ad essere una parte importante della mia vita. Non solo il metal, ma la musica e l'arte in genere. Mi impediscono di impazzire ancora di più.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Da nulla in particolare. Ho sentito da amici che la mia musica ricorda loro tutti i tipi di artisti e generi. Non so nemmeno da dove cominciare... Immagino che dipenda dal punto di vista di ogni individuo. lo direi che ha elementi di death melodico classico e black metal, con accenni di post-rock e doom. Il progetto è iniziato come una band doom, quindi non mi sembra inverosimile, ma ne ho un altro per far crescere le radici del doom!

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Poteva essere peggio ah ah ah! A parte gli scherzi non ne ho idea ma, seriamente, si farà trovare dai suoi ascoltatori e spero che loro trovino qualcosa in esso.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Sono davvero pessimo a suonare il mio stesso clacson. Mi dispiace non poterti dare una risposta degna qui.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

È privo di tutto ciò a cui aderiscono le logiche commerciali. Almeno spero che lo sia ancora. La maggior parte dei miei amici sono attivi nella scena psych/stoner e, da quello che vedo, non è convenzionale, ma senza paura, creativa, inclusiva e lungimirante. Fuori di sé e non forzata in alcun modo. Per riassumere, l'underground, per me, significa libertà sotto ogni aspetto!

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Non cancellerei assolutamente nulla. Sembra ovvio dirlo, ma ogni intoppo era necessario per farmi arrivare a dove sono oggi. Allo stesso tempo, non vado matto per quello che sarebbe potuto essere e nemmeno per quello che sarà. Prendi il colpo, rialzati e contrattacca. O almeno continua a correre.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Probabilmente il meglio che ci sia per gli artisti al di sotto del radar! Da un lato, la promozione è una questione di soldi, dall'altro è necessario essere nella giusta compagnia di persone in modo da poter almeno elaborare qualcosa con persone con cui si sviluppa una comprensione reciproca della musica. Quella gente è là fuori. Se una band vuole fare il lavoro e continua a farlo, dovrebbe sicuramente far muovere ogni ingranaggio. Dal nulla, viene solo il nulla!

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Raramente compro CD, perché sono più una persona da vinile. Compro almeno un LP al mese. Dipende se trovo un disco che mi piace.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Continuerà a fare quello che fa ed è quello che sta facendo in questo momento. Scrivi, registra e pubblica. Yeah!

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Grazie ancora per il tempo che ci hai dedicati e per averci fatto andare un pò a fondo delle cose. Buona giornata e BUONA VITA a tutti!

Intervista di Jerico Articolo letto 152 volte.

 


Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.