Intervista Flash: Green Arrows

Immagine di Green Arrows Green Arrows è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Green Arrows è un progetto HC che nasce a Bolzano nel 1999, ha all'attivo 7 album e oltre 300 concerti in tutta Europa.rnIl nostro percorso è nato nei vari club e locali della regione dove a cadenza praticamente mensile suonavamo in ogni occasione ci fosse proposta.rnLa svolta avvenne nel 2001 con la firma del primo contratto discografico (con la Vacation House Records) che ci permise di farci conoscere e suonare dapprima in Italia e poi in Europa.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Ogni membro della band ha un percorso musicale differente, che porta ad avere sonorità che vanno dal Post-Hardcore fino al Thrash Metal

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Il nostro ultimo album (ndr il settimo) Live.Love.Burn.Die è stato il nostro primo concept album. Le sonorità, tendenzialmente cupe unite alle varie ritmiche HC, oscillano seguendo il tema prima dei vari capitoli (my Path, my Roots, my War) e dei singoli pezzi poi.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Diciamo che in parte siamo già aiutati dal nostro sottegenere, l'Hardcore, che non è così affollato come negli anni 90 o inizio anni 2000. Rispetto alle altre band abbiamo sempre cercato di dare un qualcosa in più nelle sonorità cercando di dare nuove prospettive da album in album. Anche la parte vocale è molto varia, avendo oltre al cantante principale, 3 backing vocals capaci di parte soliste, riescono a rompere la "linearità" di unico timbro vocale. Altra nota caratterizzante sono i testi,

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Che non abbia da invidare a quello degli altri stati europei, ma che manca di "club" degni per lanciare i molti gruppi validi presenti.

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Cancellare nulla, perché anche le esperienze negativa fanno parte della storia di una band, quella più positivo, è l'amicizia fraterna che ci lega da anni ed anni.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Indispensabile se non addirittura imprescindibile. rnRispetta a dieci anni fa, la fan base è molto più esigente, non vuole solo ascoltare la musica della band ma vivere la vita della band, avendo continue notizie, partecipando alle prove tramite dirette, vivendo le sessioni di recording o le trasferte dei tour

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Dipende dalle uscite, siamo poi sinceri, al giorno d'oggi si può partecepiare alle royalties di una band (quindi come comprare supporti fisici originale) ascoltando i brani dai canali ufficiali di youtube o dagli altri provider di musica digitale

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Riprendere quello che abbiamo dovuto sospendere causa covid, ovvero ripianificare delle date oltre oceano (USA), in est Europa e Russia, finire la scrittura dell'ottavo album e portare avanti i lavori dell'anthology della band. Poi, come sempre fatto, si pianificherà di stagione in stagione

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Supportate la scena, quando sarà nuovamente possibile, presenziate ai concerti, sfondatevi sottopalco, ascoltate le band nei canali ufficiali (digitali & fisici) e siate "musicalmente" aperti.

Intervista di Jerico Articolo letto 217 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.