Intervista Flash: Mothers of the Land

Immagine di Mothers of the Land Mothers of the Land è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Tutto è cominciato nel 2012 quando Georg, John e Jakob hanno cominciato a suonare insieme. Le cose hanno iniziato a decollare nel 2015 quando Jack si è unito alla band, il che ci ha permesso di concentrarci sul songwriting per due chitarre. L'uscita del nostro primo album "Temple without Walls" ci ha dato maggiori possibilità di suonare concerti e festival underground.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Il suono della band è fortemente influenzato dall'Hard Rock degli anni '70 come Wishbone Ash, Thin Lizzy, Rory Gallagher - e ovviamente da band classiche come Sabbath, Zeppelin, Deep Purple.

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Negli ultimi quattro anni abbiamo esaminato attentamente i nostri riff e lavorato sulla costruzione di strutture musicali molto dense. Abbiamo trovato una grande squadra nell underground di Vienna con Nino del Carlo e Lukas Wiltschko che hanno registrato il nostro disco in studio. Siamo molto orgogliosi di aver ultimato "Hunting Grounds"!

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Pensiamo che il nostro approccio sia piuttosto unico nella scena musicale. Come band che non ha un cantante, siamo in grado di usare "vocalmente" le nostre chitarre melodiche, cercando di dipingere uno scenario musicale che porti ogni ascoltatore a compiere un viaggio interiore. Alla fine facciamo solo la musica che ci piace ascoltare.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Qui a Vienna abbiamo la fortuna di vivere in una una scena underground piccola ma molto salutare e solidale. Ci sono grandi band locali (e amici) come Ryte e Triptonus e locali veramente. Cos'altro potremmo desiderare?

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Ciò che sicuramente non vogliamo perdere sono le esperienze legate ai concerti, per quanto possano essere estenuanti. Ma è sempre gratificante suonare dal vivo! Se dovessimo cancellare qualcosa, sono i postumi delle sbornie ah ah ah!

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Internet ci ha aiutato a raggiungere un pubblico che senza di esso non avremmo mai trovato. Ottenere visibilità su riviste, blog, canali YouTube e Bandcamp è fondamentale al giorno d'oggi.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

È difficile tricordarsi di quanti album stiamo acquistando, ma per esempio la scorsa settimana abbiamo comprati i nuovi album di Ryte e Pastor su vinile! Ovviamente il nostro ascolto include anche canzoni in digitali, che oggi sono così diffuse.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Tenere i nostri capelli, far crescere epiche barbe da mago e fare musica pesante!

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Date un'occhiata al nostro nuovo album "Hunting Grounds" in uscita il 19 Giugno! Grazie per l'intervista e riguardatevi!

Intervista di Jerico Articolo letto 351 volte.

 


Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.